Merse Gros (Monte) da Rossi

tipo itinerario: bosco fitto
difficoltà: BS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota partenza (m): 930
quota vetta/quota massima (m): 1928
dislivello totale (m): 998

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: GIORGIOBI
ultima revisione: 18/02/14

località partenza: Rossi (Sampeyre , CN )

cartografia: Fraternali 12 1:25.000

note tecniche:
Il monte Merse Gros è un rilievo poco pronunciato lungo la cresta nord est del monte Rastcias che scende alle meire Piansone e Coste terminando nei pressi della cappella di San Mauro a poca distanza da Rore. La carta IGC quota il Merse Gros mt 1908 mentre nella più nuova e precisa carta Fraternali non viene nominato ma vengono riportate le ravvicinate quote 1920 1949 e 1959 di cui la prima è la più facilmente raggiungibile sci nei piedi.
Tutto l'itinerario è caratterizzato da boschi fitti, nella prima parte si possono sfruttare comode strade o sentieri evidenti per prendere quota. La seconda parte è estremamente selvaggia,non ci sono punti di riferimento ed il terreno, pur fittamente boscato, è molto ripido e richiede neve stabile.
Gita per amatori, da farsi solo con innevamento abbondante fin dal basso.

descrizione itinerario:
Dalla borgata Rossi di Sampeyre salire alla chiesetta di Madonna delle Serre quindi per sentiero evidente e ben segnalato alle Meire Serre (1097 mt). Continuare lungo il sentiero ed alla prima biforcazione prendere a sinistra la traccia che in lungo falsopiano porta ad attraversare il rio Fornais per salire poi alla borgata Collet (1282 mt). A Collet si può arrivare anche salendo per strada sterrata che si origina poco oltre il bivio per Rore oppure sempre da Rossi seguendo liberamente la dorsale che alle spalle della frazione porta ad incontrare proprio la stessa sterrata.
Da Collet in leggera discesa si segue la sterrata che attraversa il bedale Renie e quindi sale alle meire Piansone (1407 mt) poste in bella posizione con scorci sul monte Birrone.
Inizia la parte più complicata e ripida della salita: inizialmente si segue un'evidente traccia che sale lungo la cresta nord est del monte Rastcias raggiungendo una baita isolata, traccia che si abbandona quando la stessa piega a sinistra in direzione meire Nunziera per continuare lungo la cresta fittamente boscata e sempre più ripida. Dopo aver superato un tratto ripidissimo dove affiorano brevi zone rocciose la cresta si abbatte un po e con percorso più semplice si arriva sulla poco pronunciata cima del Merse Gros.
Per la discesa dalla cima occorre imboccare verso nord ovest un appena accennato e ripido canale che tra radi larici porta verso l'impluvio principale dove scorre il rio Rastcias. La parte bassa, se ben innevata, si percorre comodamente fino a q. 1300 dove si incontra la strada percorsa in salita. Per la borgata Collet occorre ripellare brevemente. Dalla borgata Collet è consigliabile continuare a salire lungo la sterrata fin dove questa comincia a scendere. Seguirla (possibilità di tagliare i tornanti) fino a quota 1200 dove si piega progressivamente a sinistra cerando i passaggi migliori nel bosco e attraversando qualche bella radura si fa ritorno a borgata Rossi.