Malacosta (Testa di) Giro del Pelvo di Ciabrera da S.Anna di Bellino

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Varie
quota partenza (m): 1828
quota vetta/quota massima (m): 3216
dislivello totale (m): 1900

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: makalu
ultima revisione: 12/05/08

località partenza: S. Anna di Bellino (Bellino , CN )

punti appoggio: Rifugio Melezè 1812 m

cartografia: IGC Monviso

bibliografia: Per parte itinerario: Campana da Maddalena al Monviso

vedi anche: Fraternali 1:25000 n.11 Alta Val Varaita, Alta Val Maira

note tecniche:
Da Torino: direzione Saluzzo, Verzuolo, risalire la Val Varaita. A Casteldelfino prendere il destro orografico e seguire la strada fino a S. Anna. Nel periodo invernale la strada è chiusa davanti al Rifugio Melezè 1812 m, da cui si raggiunge S.Anna in circa 10' seguendo la stradina.

descrizione itinerario:
Da S.Anna di Bellino si segue lungo la mulattiera verso Rocca Senghi e Vallone di Rui, risalendo il ripido pendio prativo sulla sinistra (destra idrografica) immettendosi nel vallone di Rui. Lo si percorre fino alla diramazione di sinistra per il Vallone Baiso del Colle, che conduce al colle di Malacosta e poi all'omonima vetta.
Da qui scendere per 300 m circa in direzione sud ovest puntando all'evidente colletto situato fra il Pic du Pelvat e la Punta del Vallone del Lupo.
Dal colletto scendere in direzione sud e poi ovest nel vallone delle Bouteille fino ad incontrare il vallon de Chabrière.
Da qui risalire verso sud est puntando al colle dell'Autaret. Attenzione, il colle è quello sulla destra e non quello, più evidente e più facile visibile al fondo della valle, che è invece la Breche de l'Autaret: dietro ci sono barre rocciose.
Dal colle dell'Autaret inizia la discesa che, passando attraverso le Barricate riporta a S. Anna (itinerario comune a diverse gite: Faraut, Maniglia, ecc.)