Mucrone (Monte) dal Ponte sull'Elvo per il Versante Ovest e la spalla Mussone

L'itinerario

difficoltà: BSA   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Ovest
quota partenza (m): 960
quota vetta/quota massima (m): 2335
dislivello totale (m): 1362

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: marcofoglietti
ultima revisione: 27/03/08

località partenza: Ponte sull'Elvo (Sordevolo , BI )

cartografia: Carta Alpi Biellesi Foglio 1 1:25000 - IGC Ivrea Biella e Bassa Valle d'Aosta 1:50000

accesso:
Da Oropa percorrere in auto tutta la strada panoramica nota come "Tracciolino" in direzione di Andrate. Poco prima del ponte sul torrente Elvo, dove diventa sterrata, è presente un divieto di transito.

note tecniche:
Itinerario poco conosciuto, nascoso, in ambiente solitario. Si svolge su magnifici pendii e canali ripidi nella parte superiore mentre la parte inferiore, incassata e boscosa, è poco sciabile, meglio percorrerla quando la mulattiera della Valle Elvo è sgombra da neve almeno fino all'Alpe Le Piane.
L'itinerario non è sempre praticabile: richiede un innevamento abbondante fino a quote relativamente basse (1200 m) ma anche sicuro considerata la pendenza e morfologia del terreno sul quale si svolge. Il finale è su una aerea cresta nevosa.

descrizione itinerario:
Continuare lungo la strada in leggera discesa, fino a individuare una larga mulattiera che sale a destra (150 mt prima del ponte), con indicazioni per "Rifugio Coda" in parte cancellate dai recenti lavori (!).
Proseguire lungo la mulattiera di fondovalle, superare il caratteristico Punt Cabrin e l'Alpe le Piane e proseguire sulla sponda destra orog. fino a quando è agevole il passaggio sulla sinistra. A questo punto con direzione E risalire i pendii, prima fra rocce e alberelli radi, poi su pendii aperti e continui. Restando sul dosso puntare alla evidente parete strapiombante, lasciarla a sinistra e imboccare il ripido canale verso la evidente spalla denominata Mussone.
Salire sulla cresta che sapara il versante appena percorso dalla ripida parete N e proseguire su di essa con gli sci fin dove possibile, poi a piedi fino alla vetta. Stesso itinerario per la discesa.