Rio Arià (Cascata del)

difficoltà: III / 4   [scala difficoltà]
esposizione: Nord
quota base cascata (m): 1400
sviluppo cascata (m): 200
dislivello avvicinamento (m): 240

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: wuolz
ultima revisione: 25/01/10

località partenza: Pietra Porchera (Giaglione , TO )

punti appoggio: Giaglione

cartografia: I.G.C. Valli di Susa e Germanasca

bibliografia: Ghiaccio dell'Ovest

descrizione itinerario:
ACCESSO: dalla fine della carrozzabile, a Case Pietra Porchera 1161 metri, seguire la mulattiera sul fondo del vallone dove spiccano le cascate del Toasso Bianco e di Bonumen, fino ad individuare a sinistra il settore delle cascate dell'Arià. Traversare il torrente e per boscaglia raggiungere la base del coso d'acqua posto più a sinistra, che insinuandosi in una gola forma una caratteristica stallattite. Ore 0,45.
ITINERARIO: salire lungamente per il ruscello fino a raggiungere il passaggio chiave della cascata, costituito da due enormi colonne ghiacciate divise da un colossale masso strapiombante. Attaccare la colonna di sinistra alta m.45 lungo il suo finco sinistro entrando in una nicchia (70° - 75°). Uscire a destra superando direttamente la stalattite (80°-90°). Si esce a destra per una strettoia di ghiaccio racchiusa da bordi rocciosi (70°). Continuare ancora per la cascata facile sino alla base di un secondo importante salto alto una cinquantina di metri e obliquo verso sinistra. La metà inferiore non presenta itinerario obbligato. La seconda parte si supera al centro o nel settore destro che sono i più ripidi (70°-75°). Spingersi ancora alla base di un terzo salto più breve (25 m.) che presenta inizialmente una stalattite interessante.
DISCESA: traversare la fitta boscaglia verso destra ritornando progressivamente sul fondo del vallone. Ore 0,50.