Petrella (Monte) da Fonte Canale

sentiero tipo,n°,segnavia: 961-962
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Tutte
quota partenza (m): 1280
quota vetta/quota massima (m): 1533
dislivello salita totale (m): 600

copertura rete mobile
vodafone : 60% di copertura

contributors: pulici
ultima revisione: 14/02/18

località partenza: Fonte Canale (Formia , LT )

punti appoggio: Rifugio Pornito

cartografia: Carta dei Sentieri del Parco dei monti Aurunci 1:25000

accesso:
Da Formia per Maranola, poco prima del borgo (ubicato a sx) seguire a dx e poi a sx indicazioni per la Cima del Redentore, superare dopo 5 km un quadrivio, virare a dx (tornante) per poi superare ancora sulla dx il rifugio Pornito (819m), seguire la sterrata, in discrete condizioni (4x4 non necessario), svalicare dopo 1 km con netto tornante a dx la forcella di Fraile 990m e proseguire, neve permettendo, oltre un ampio parcheggio con tavolini per picnic, fino ad un piccolo slargo sulla destra oltre il quale la strada prosegue superando un piccolo cancelletto sempre aperto. In corrispondenza dello slargo si lascia l’auto (300m dopo l'area picnic).

note tecniche:
Escursione varia e panoramica su boschi e sul golfo di Gaeta

descrizione itinerario:
Pochi metri prima della fonte si lascia la strada e si imbocca il sentiero che risale obliquamente a destra nel bosco, ben segnalato da un cartello in legno e marcato da segni bianchi e rossi, ignorando le tracce di sentiero che risalgono più ripide dallo stesso punto e contrassegnate da segni arancioni fluorescenti, ben più visibili.
Si segue l’evidente sentiero senza alcuna possibilità di errore fino a quando questo raggiunge una poco marcata sella boscosa e scende sull’altro versante fino a raggiungere un bivio pochi metri più in basso. Qui conviene risalire pochi metri sulla destra fino a raggiungere la vetta di Monte S. Angelo (1404 m) che sia affaccia a precipizio sulle vallate sottostanti e che offre grandi panorami sul Redentore e sul golfo di Gaeta. Ridiscesi i pochi metri fino al bivio si prosegue in direzione opposta lungo il sentiero che risale la cresta in direzione del monte Petrella (cioè il sentiero che salendo abbiamo trovato sulla sx). Si risale la cresta che, sempre offrendo panorami spettacolari, risale fino a Monte Campetelle (1494 m). Si prosegue scendendo lungo la cresta in direzione opposta a quella di salita fino a raggiungere un’ampia sella oltre la quale si risale seguendo un evidente sentiero fino ad’incrocio con un altro sentiero che risale da sinistra pochi metri sotto la vetta. Si piega a destra e in breve si raggiunge la vetta (1533 m) deturpata da brutte antenne, ma esaltata da un panorama eccezionale. Anziché tornare per la via di salita, la via di discesa più rapida consiste nel ridiscendere fino alla sella tra Monte Petrella e Monte Campetelle. Dalla sella si scende tra i pini sulla destra (attenzione ai segni arancioni fluorescenti) per un ampio avvallamento e quindi si imbocca il sentiero che scende obliquando verso sinistra fino alla fonte Canale.