Loson (Punta) Parete Est, Canale di destra

difficoltà: PD+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Est
quota partenza (m): 1187
quota vetta (m): 2650
dislivello complessivo (m): 1465

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura
3 : 60% di copertura

contributors: davide_ruf
ultima revisione: 05/02/18

località partenza: Strada per Pian Neiretto (Coazze , TO )

punti appoggio: Rifugio Balma, rifugio Fontana Mura

cartografia: Fraternali 1:25.000, IGC N°17

accesso:
Val Sangone, Giaveno, Coazze, Forno, strada per Pian Neiretto fino all'ultimo tornante.

note tecniche:
Simpatico itinerario di canale che ricalca in gran parte quello già descritto sia in alpinismo che in sci ripido con il nome di "Resistenza continua" e che si differenzia per il fatto che in questo si percorre completamente il canale di dx e poi si esce a dx, anzichè a sx sul naso nevoso dello sperone ENE.
E' un percorso fattibile sia in sci che a piedi, i primi preferibili soprattutto in caso di buon innevamento o in stagione invernale. Il canale è tranquillamente sciabile, tranne l'uscita sulla destra che necessita di ottimo innevamento o di una breve doppietta di circa 5 metri per superare salto di roccia.

descrizione itinerario:
Salita dal vallone della Balma, passando per il rifugio omonimo. Si prosegue passando a fianco dei laghi sottano e soprano per poi puntare sul grande conoide posto a destra del "naso" che via via si chiude nel canale di destra. Lo si risale fino alla sua testata (300m, pendenza 40/45°), che termina contro una bastionata di roccia leggermente spostata a destra rispetto alla punta. Uscita sulla destra (50m), scavalcando prima uno scalino di roccia e terra ghiacciato (3m, max III) e poi su uno stretto couloir su pendenza massima di circa 45°. Arrivati sul pendio sottocresta, si può proseguire sulla sx per cresta verso la punta (100m).
Discesa: In sci dal canale, dal colletto Loson e dal vallone della balma oppure in traversata per cresta fino a ricongiungersi con il vallone di Rouen e infine traversando verso il colle della Roussa, con discesa nuovamente in val Sangone dal vallone omonimo.

Variante, più diretta: è anche possibile uscire sulla sx, poco prima del termine del canale, per una rampa molto ripida (50 m, 50°) che esce sul pendio finale, sopra lo sperone ENE, 50 metri sotto la croce.