Founset (Punta) da Prali per il lago d'Envie

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: BS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Tutte
quota partenza (m): 1450
quota vetta/quota massima (m): 2800
dislivello totale (m): 1350

copertura rete mobile
vodafone : 0% di copertura
no operato : 0% di copertura
3 : 40% di copertura

contributors: GiulianoPhoto
ultima revisione: 25/01/18

località partenza: Ghigo (Prali , TO )

cartografia: IGC 1:50.000 Valli Susa Chisone e Germanasca

bibliografia: Dal Monviso al Colle del Moncenisio - L.Barbiè J.C. Campana

descrizione itinerario:
Si parte direttamente da Ghigo di Prali, si segue la pista del baby fino a imboccare il vallonetto dove normalmente ci sono le tracce di discesa del noto fuoripista della Gallassia. Si risale nel bosco già rado fino a raggiungere il casolare abbandonato delle vecchie miniere di Talco, da qui si continua a seguire il vallone raggiungendo un ampio pianoro dove finiscono le tracce dei freeriders che scendono dalla Galassia, siamo a quota 2100m circa.
Ora si risale verso l'altro versante su ampi e bellissimi pendii di bosco rado fino a raggiungere il lago d'Envie a quota 2350m circa, lo si aggira in una delle direzioni (destra o sinistra a seconda della neve) e si arriva alla base di un ampio canale, ben visibile alla sinistra orografica della cima. Se la neve è abbondante e morbida lo si può risalire con gli sci altrimenti meglio usare i ramponi facendo attenzione all'uscita sulla cresta che può presentare accumuli da vento o cornici.
Raggiunta la cresta la cima ora è ben evidente sulla sinistra e si prosegue fino a raggiungerla, spesso sono necessari anche qui i ramponi in quanto molto probabilmente è pelata dal vento.
Discesa per la via di salita.

altre annotazioni:
Un'altra possibilità di discesa è verso i 13 laghi e permette di effettuare uno splendido anello, percorribile in entrambe le direzioni a seconda dell'innevamento e della qualità della neve. La discesa può essere affrontata direttamente dalla vetta per la bellissima parete sud-ovest, necessita però di neve sicura. Si continua la discesa tenendosi sulla destra orografica intercettando un paio di rampe che costeggiano prima il lago Ramella, poi il lago dell'Uomo e per ultimo il lago Primo. Arrivati ai primi alberi in base alla neve tenersi o a destra dell vallone o a sinistra è indifferente. Si raggiunge infine il sentiero estivo dei 13 laghi che si segue fino a raggiungere il fondovalle.