Fox Glacier Mount Cook National Park

tipo itinerario: ghiacciaio
difficoltà: OSA   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Varie
quota partenza (m): 1200
quota vetta/quota massima (m): 3093

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: philip
ultima revisione: 19/12/17

località partenza: Pioneer Hut 2300 m (Mount Cook National Park , undefined )

punti appoggio: Pioneer Hut 2300 m

cartografia: NZ TopoMap, 1:50000, fogli BX15 e BX16

bibliografia: report su web: http://www.avalcotravel.com/writable/file/NUOVA%20ZELANDA%20SCIALPINISMO%202014%20Club%20Avalco.pdf

accesso:
La Pioneer Hut può essere raggiunta:
a) in sci dalla Centennial Hut per uno tra i passaggi: Von Bulow Col 2550 m, Newton Pass 2492 m, West Hoe Pass 2500 m;
b) da Fox Glacier Village, lungo approccio (2 giorni) a piedi alla Chancellor Hut e poi in sci per il Fox Glacier;
c) da Fox Glacier Village, lungo approccio (2 giorni) a piedi per la Paschendale Ridge;
d) in elicottero da Fox Glacier Village o da Franz Josef Village.

note tecniche:
I rifugio sono sempre aperti ma non custoditi. Occorre portare saccoletto, cibo, e gas per cucinare.
Non sono prenotabili. Il pagamento si può fare, dopo il soggiorno, online sul sito del NZAC, oppure presso gli uffici del DoC a Fox Glacier Village.

descrizione itinerario:
Itinerari suggeriti dalla Pioneer Hut:

PIONEER PASS 2759 m
Dal rifugio si salgono facilmente i dolci pendii a destra (est) del Mount Haast. Questo valico consente di scendere alla Plateau Hut sul versante Tasman (discesa ripida e molto complessa). Volendo tornare alla Pioneer, vale la pena di risalire al secondo colle a est del Grey Peak e scendere per i pendii sotto il Governor Col .
MARCEL COL 2987
Dal rifugio, proseguire in direzione della parete nord del Mont Tasman, e risalire il ripido ghiacciaio tra Mount Haast e Mount Lendenfeld.
ENGINEER COL 3093 m
Questo passo, incastonato tra Mount Tasman e Lendenfeld, va salito interamente con piccozza e ramponi (50° circa) e presenta una fascia intermedia di rocce. Da questo valico, come pure dal Marcel Col, è possibile scendere sul Grand Plateau, ma occorre fare diverse calate in corda doppia, e poi superare una zona fortemente crepacciata.
KATIES COL 2484 m
Si raggiunge attraversando il vasto Albert Glacier. Dal colle si può salire il Bic Mac 2565 m e il Receveur Peak 2609 m, oppure portarsi sul ghiacciaio Balfour superiore (attenzione ad alcuni traversi ripidi) per godere di questo remoto e spettacolare bacino glaciale ai piedi del Mount Tasman.
CHANCELLOR HUT 1240 m
Magnifica discesa lungo il Fox Glacier. Dalla Pioneer, occorre sciare sull’estrema destra (est) del ghiacciaio e portarsi sotto i pendii del Chancellor Dome. Da qui si infila un valloncello che va seguito fino a quota 1400 m circa, dove bisogna abbandonare il ghiacciaio, risalire un breve risalto (45°, ramponi utili) per 20 m e portarsi su un ripiano roccioso direttamente sopra la Chancellor (fare attenzione ai paletti di segnalazione). Qui, o poco più sotto, si tolgono gli sci e in breve per sentiero si raggiunge il rifugio.
La discesa a piedi dal rifugio fino in fondo al Fox Glacier è possibile ma faticosa e poco interessante; in alternativa alla Chancellor è possibile farsi recuperare in elicottero per un breve volo fino a Fox Glacier Village.
PASCHENDALE RIDGE
Come alternativa alla Chancellor, si può scendere a Fox Glacier Village per il complesso (e non consigliato) itinerario della Paschendale Ridge. Questo lo si affronta dalla Pioneer attraversando in quota l’Albert Glacier, poi occorre risalire circa 150 m sotto la spalla nord-ovest del Bic Mac e raggiungere il punto 2133 m sulla Paschendale. Da qui, non scendere sul Mascarin Glacier, ma più avanti dal punto 1986 m fino al fondo del la Boyd Creek (pietraie con rischio di caduta sassi).