Mouton (Clot di) dal Vallone di Salza

tipo itinerario: altro
difficoltà: BS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Ovest
quota partenza (m): 1245
quota vetta/quota massima (m): 2295
dislivello totale (m): 1050

copertura rete mobile
vodafone : 40% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: thebrd
ultima revisione: 17/12/17

località partenza: Coppi ( Salza di Pinerolo , TO )

cartografia: -

bibliografia: -

accesso:
Da Perosa Argentina risalire la Val Germanasca fino al "Ponte Rabbioso" quindi imboccare verso destra da strada per Salza di Pinerolo.
Oltrepassare la Borgata Didiero e raggiungere la Borgata Coppi (comodo parcheggio).

note tecniche:
La gita prevede un primo tratto su strada, poi sentiero, quindi ampi pendii boscosi e dorsale finale per la cima.
La cima è posta sullo spartiacque tra valli di Rodoretto a di Salza.

descrizione itinerario:
Dalla borgata Coppi si imbocca la strada forestale che costeggia il torrente e si attraversa subito il ponte, passando così sul lato destro orografico.
Si segue quindi la strada, evitando le deviazioni minori, fino oltre la costruzione dell'acquedotto/centrale.
Quando la strada diventa sentiero e si inerpica nel bosco, a ripidi tornanti, la progressione si fa più difficoltosa (specie in discesa in caso di innevamento limitato).
Oltrepassata la strettoia segue un tratto in falsopiano che conduce al bivio per le Alpi di Salza e Vialetti, seguire a sinistra e continuare nel bosco, senza percorso obbligato, fino ad un pianoro con bosco molto rado. Dal pianoro procedere sempre "tendendo a sinistra" e prendendo rapidamente quota in direzione della punta Trousciera, la più bassa visibile dal pianoro, mentre la più alta alla sua destra è il Clot di Moutun, dietro la quale è ben visibile la piramide del Pignerol.
Usciti sulla Trousciera (o alla sua destra) procedere quindi sulla dorsale raggiungendo il Clot.
Discesa lungo l'itinerario di salita, valutando eventuali valloncelli con neve migliore. Attenzione però a intercettare il sentiero per tornare sulla strada, soprattutto a inizio stagione (più avanti nella stagione forse la gorgia è piena di neve/valanghe ed è percorribile).