Calvi (Rifugio) da Carona

L'itinerario

difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 1150
quota vetta/quota massima (m): 2015
dislivello salita totale (m): 865

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: ghizlo
ultima revisione: 15/06/10

località partenza: Carona (Carona , BG )

punti appoggio: Rifugio Calvi, trattoria in località Pagliari

cartografia: Alpi Orobie; Zona 2; C.A.I. Bergamo - Kompass n°104; Foppolo Valle Seriana

bibliografia: Meridiani Montagne

note tecniche:
Semplice gita su strada sterrata di 7km prima e su comodo sentiero (210). Sempre frequentata. Divieto di transito per i veicoli non autorizzati.

descrizione itinerario:
Da Bergamo seguire le indicazioni per la Valle Brembana. Superare i paesi di Zogno, San Pellegrino Terme,
San Giovanni Bianco, Lenna e Isola di Fondra. Dopo l'abitato di Branzi, seguire per Carona. Arrivati in paese, seguire le indicazioni per i rifugi Calvi e Longo (cartelli) fino ad arrivare ad un tornante verso sinistra dove si trova la partenza dello sterrato vero e proprio e dove si parcheggia l'auto.
Il primo tratto, asfaltato di recente, porta al caratteristico abitato di Pagliari (1313m) dove si trova un fontanino d'acqua e una trattoria. Lasciata la frazioncina, la strada diventa sterrata e la si percorre fedelmente tralasciando i bivi per il sentiero estivo (247) prima e per la Val Sambuzza (209, fontana con acqua) poi.
Al lago del Prato (panche e tavoli di sosta, 1650m) si tralasciano le indicazioni per il rifugio Longo e si prosegue per lo sterrato attraversando un ponticello.
Un'impennata consente di arrivare ai piedi della diga del Lago di Fregalbolgia (1957m) che si raggiunge con ripido sentiero alla sinistra. Dalla diga percorrere il lato settentrionale del lago e giungere in breve all'ormai evidente rifugio Calvi (2015m, 3:00 ore da Carona).

Il rifugio Calvi è posto poco sopra i laghi Fragabolgia e Rotondo ed è circondato dalle vette del Pizzo del Diavolo e Diavolino, Grabiasca, Madonnino, Ca' Bianca e Poris.