Bette (Placche di) Varie

difficoltà: 6b / 6b obbl
esposizione arrampicata: Sud-Ovest
quota base arrampicata (m): 400
dislivello avvicinamento (m): 50

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: giudirel
ultima revisione: 02/11/17

località partenza: Bette (Chiavenna , SO )

punti appoggio: Nessuno

bibliografia: http://www.campingacquafraggia.com/bette.html

accesso:
Ci si può avvicinare di più rispetto alle indicazioni svoltando per un vicoletto stretto pochi metri dopo una fontana in corrispondenza di uno specchio verso la fine della frazione Bette sulla strada dello Spluga.

note tecniche:
Autunno e inverno sono il momento giusto. La roccia scura quando fa caldo diventa rovente e se c'è umido si lepega che è una bellezza e le vie sono con molti passi in aderenza abbastanza spietata o su cristallini che col caldo diventano parecchio viscidi.

descrizione itinerario:
http://www.campingacquafraggia.com/bette.html
Si trova tutto al link postato. Vari itinerari sono belli o molto belli. La chiodatura è abbastanza ingaggiosa ed i gradi severi. Posto poco frequentato e quasi solo da "locals" meriterebbe di più. La roccia è granitoide molto scura nero rossastra con spesso bellissimi cristalli.
"Tutt Uggia" ha carino (e rognoso) il primo tiro e dopo è spesso molto sporca. Parrebbe attraente perché sono dieci tiri ma a me pare che non valga la pena.
"Navajo" è semplice ma graziosa e ottimamente chiodata.
"SAGF" (una delle poche non aperte dal Lisignoli) è davvero un gioiellino e con chiodatura un filo meno scorbutica di altre. Un bel riscaldamento. Non è però una passeggiata.
"Ancora più tosto" è bella e per me impegnativa. Non regala nulla fino all'ultimo tiro.
"Mavalà" io ho ragliato senza dignità e ho speso tutte le mie cartucce di scarsone per arrivare in sosta in qualche modo. Se sei capace mi sa che non è male. Io è più il tempo che ho passato appeso.
"Tutta via" ha i primi due tiri molto belli, un terzo tiro più rognoso di quanto non si direbbe (occhio alle caviglie) e l'ultimo tiro facile ma con chiodatura chilometrica: non farsi intimidire.
"Pelle di vipera" man mano che si sale diventa più sporca. I tiri segnati tratteggiati nello schizzo del Lisignoli sembrano un rumego difficile. I primi due semplici tiri si possono fare... poi non so se vale la pena.