Pirchiriano (Monte) e Sacra di San Michele da Avigliana, giro per il Sentiero dei Principi

difficoltà: TC / MC+ / S0   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 350
quota vetta/quota massima (m): 850
dislivello salita totale (m): 500
lunghezza (km): 20

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: giob
ultima revisione: 31/10/17

località partenza: Avigliana (Avigliana , TO )

note tecniche:
Il sentiero dei Principi è stato risistemato nell'estate del 2017 dal Comune di Sant'Ambrogio e in totale, sono stati spesi 44.250 euro, interamente finanziati con i fondi Ato. L’intervento è stato fondamentale non solo in funzione turistica, ma anche di sicurezza, trattandosi di una pista taglia fuoco e di intervento fondamentale in caso di incendi. E' presente anche una nuova fontana poco sopra le case Pogolotti

descrizione itinerario:
Dai laghi di Avigliana si sale interamente su asfalto fino alla Sacra di San Michele, oppure da altre varianti come il colle Braida aumentando anche il dislivello.
Per la discesa: dal parcheggio della Sacra di San michele si torna indietro sulla strada per alcune centinaia di metri e si prende il sentiero dei Principi sulla destra, il sentiero è molto evidente e segnalato da una bacheca e cartello. Alcuni tratti in salita e falsopiano portano ad un punto molto panoramico e dopo inizia la discesa scorrevole anche se ripida in alcuni punti; dopo aver superato le case Pogolotti si arriva facilmente alla borgata Mortera. Dalla Mortera scendere verso Avigliana su asfalto fino al bivio che porta verso Giaveno, al bivio proseguire invece verso Avigliana e dopo 200mt prendere il sentiero sulla destra in salita; da qui si scende unendo tratti di sentiero e strade sterrate fino alla borgata Battagliotti dove sono presenti molte varianti per ritornare ai laghi di Avigliana sempre su strade sterrate.
Itinerario ideale quando non si ha molto tempo

altre annotazioni:
Il tragitto del Sentiero dei Principi è un noto percorso storico-naturalistico che coincide in parte col sentiero escursionistico 501. L'itinerario prende questo nome dalla data del 25 ottobre 1836, nella cui notte transitò un corteo che traslava 27 salme di nobili della famiglia Savoia dal duomo di Torino alla sacra di San Michele, dove tuttora riposano. (da Wikipedia)