Barmacotse Spigolotto

difficoltà: 6b+ / 5c obbl / A0
esposizione arrampicata: Sud-Est
quota base arrampicata (m): 350
sviluppo arrampicata (m): 250
dislivello avvicinamento (m): 100

copertura rete mobile
wind : 100% di copertura

contributors: ETI
ultima revisione: 23/10/17

località partenza: Antica Strada romana (Bard , AO )

punti appoggio: Donnas

cartografia: http://geonavsct.partout.it/pub/geosentieri/index.html?funzione=ZOOMPUNTO&cache=CTRN&scala=5&sistema=UTM&datum=ED50&puntox=403850&puntoy=5050927

accesso:
Lasciare l'auto in località Bourg di Donnas e tornare sulla statale verso la strada romana che è chiusa al traffico. Proseguire in quest'ultima per circa 100 metri per poi salire una rampa in cemento a destra, sulla verticale della parete; tracce di sentiero risalgono tra le vigne abbandonate (segni blu). In breve si raggiunge una paretina con due monotiri e poi la prima via lunga della parete (Gillio Turati). Proseguire ancora sulla destra, superare alcuni muretti a secco e ritornare a sinistra in corrispondenza dell'evidente spigolo (nome alla base). 15 min.

note tecniche:
Bella via, molto aerea, su roccia lavorata a buchi; solo un tratto di L5 (3 spits) presenta sfaldamenti ma si può salire in A0. La chiodatura è eccellente su spit da 10, ravvicinata e rassicurante. Portarsi 18 rinvii. Le soste non sono tutte attrezzate per la discesa, ma, in caso di bisogno, ci si può arrangiare con le vie adiacenti. L'ideale è scendere a piedi: dall'uscita della via si nota un piccolo avvallamento, spostandosi verso nord; da lì parte un sentierino segnalato (ometti) che conduce ai settori d'arrampicata della frutta (ciliege, prugne, mele, ecc.). Seguendo poi i segni gialli verso destra si arriva al settore dei Biellesi e quindi all'antica strada romana.

descrizione itinerario:
L1: salire lo spigolo spostandosi verso destra in placca. 5+-6a. 30 m
L2: tiro molto lungo, dapprima in fessura (molto bella), poi in strapiombo ed infine in placca. La sosta è nascosta sulla sinistra sotto uno strapiombo scuro. 6b. 50 m
L3: tornare sulla destra, superare lo strapiombo con buoni appigli e proseguire nel muro successivo molto aereo con passo atletico finale. 6b+. 25 m
L4: lunghezza breve su placca. 5. 15 m
L5: spostarsi a sinistra su roccia che si sfalda; per i primi 3 spits è possibile salire in A0, poi la roccia migliora, si supera un diedrino ed una bella placca lavorata. 6a+/A0. 25 m
L6: in verticale su placca lavorata e strapiombino ben manigliato finale. 5+. 20 m
L7: breve tratto tecnico su placca, poi traverso a sinistra sino in vetta. 6a. 30 m

altre annotazioni:
Via aperta il Primo Settembre 2007 dalla Guida Alpina Andrea Plat e da Simona Morbelli.