Valletta Grande (Cima) dal Vallone del Sabbione

sentiero tipo,n°,segnavia: Niente segnavia
difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1185
quota vetta/quota massima (m): 2802
dislivello salita totale (m): 1617

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: LuCiastrek
ultima revisione: 22/10/17

località partenza: Ponte Suffiet (Entracque , CN )

punti appoggio: Bivacco Speranza al lago Vacca

cartografia: IGC Alpi Marittime n°8

accesso:
Da Cuneo seguire indicazioni per Valle Gesso, Borgo S. Dalmazio, una volta raggiunto proseguire per Valdieri successivamente per Entracque, seguire indicazioni per impianti sciistici e Trinità, raggiunto il quale proseguire oltre, superando ponte Porcera da dove la strada diventa sterrata in ottimo stato, dopo circa un chilometro si giunge a ponte Suffiet 1185 metri, dove prima del ponte si può posteggiare. E' anche possibile proseguire con l'auto fino al Gias Ischietto 1360 metri dove un cartello indica il divieto d'accesso alle auto, abbreviando il percorso di due chilometri con strada sterrata un poco più accidentata ma sempre percorribile, e riducendo il dislivello a 1450 metri.

note tecniche:
Per raggiungere la cima della Valletta non ci sono difficoltà particolari si procede su strada e sentiero sempre ben riconoscibile, anche se non c'è nessun segnavia, gita che comporta un notevole sviluppo circa 22 chilometri a/r però un minore dislivello rispetto al percorso che parte da San Giacomo, in comune c'è la salita dal colle alla cima e chiaramente un vallone differente con altre caratteristiche; una di queste è il sentiero in molti tratti delineato da pietre, un'altra caratteristica la costruzione con pietre di muraglioni dove il sentiero procede senza perdere di quota, oltre a percorrere un vallone veramente selvaggio.

descrizione itinerario:
Da ponte Suffiet si prosegue su sterrata alla dx orografica del rio Bousset e in poco più di due chilometri si raggiunge il gias d'Ischietto, la sterrata prosegue ancora nel bel bosco di faggi poi si raggiunge gias Valera da dove è possibile vedere la cima del monte Frisson e rocca dell'Abisso, poco oltre si entra nel bel vallone del Sabbione, giunti al primo bivio si gira a dx e delimitati ai lati da pietre si supera su un ponte di legno il rio proseguendo alla sua sx orografica per un buon tratto in piano.
Si passa poi dal gias Adreit e salendo regolarmente per un lungo tratto si arriva al gias della Culatta dove si trovano altre indicazioni, si guada nuovamente il rio e si sale a tornanti più ripidamente il versante nord della cima del Sabbione per poi traversare in obliquo in direzione della cima di Vernasca e giungere al bellissimo lago della Vacca dove si trova il bivacco Speranza.
Qui si trovano le indicazioni per il colle del Vei del Bouc un largo sentiero in erba sempre riconoscibile che sale il versante est della stesso, in moderata ascesa, solo l'ultimo tratto prima del colle è un tantino più ripido, prima di giungervi sulla sx si nota un altro sentiero che poi sarebbe quello che passa dal ricovero Vernasca che assieme giungono sul colle.
Girando a dx ora si sale un'ampia cresta con tratti rocciosi mai difficoltosi fino ad una prima elevazione con ometto da dove si può vedere la nostra meta in lontananza, si prosegue superando un tratto pianeggiante di cresta un tantino più difficoltosa per poi riprendere a salire e giungere su una seconda elevazione con un altro ometto, lo si supera e si salgono gli ultimi 60/70 metri per poi giungere sulla cima dove è presente un grande ometto.