Titta Ronconi (Bivacco) al Passo di Bondo dal rifugio Gianetti

difficoltà: F+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Ovest
quota partenza (m): 2534
quota vetta (m): 3169
dislivello complessivo (m): 700

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: andreamilano
ultima revisione: 12/10/17

località partenza: Rifugio Gianetti (Val Masino , SO )

punti appoggio: Rifugio Gianetti - Bivacco Ronconi

note tecniche:
Il bivacco è attualmente in ottime condizioni. Provvisto di 6 posti letto, coperte, fornello con bombola e materiali da cucina.

descrizione itinerario:
Dal rifugio Gianetti seguire per un buon tratto il sentiero Roma che con direzione est porta al passo del Camerozzo. Più o meno a metà strada, quando il sentiero incomincia leggermente a perdere quota, abbandonarlo e salire per gande erbose puntando alla morena sassosa alla base dei Pizzi Gemelli.
Salire tutta la morena senza percorso obbligato fino in cui essa finisce contro una caratteristica e liscia bastionata rocciosa. Qui si incontrano i primi bolli bianco-rossi molto sbiaditi.
Salire quindi su una evidente cengia segnalata con ometti che con un semicerchio porta alla base del piccolo ghiacciaio ai piedi del Pizzo del Ferro occidentale. Raggiunto il ghiacciaio, percorrerlo sul suo bordo destro orografico evitando i vari piccoli crepi. Ora il bivacco arancione posto sul passo è ben visibile.
Raggiungere la bastionata rocciosa fino alla verticale sotto il bivacco. Da qui si nota un piccolo salto roccioso che verso sinistra porta ad una serie di cenge parallele. Risalirle seguendo i vari ometti con facili passaggi di I e II grado. Negli ultimi metri una freccia rossa su roccia indica l'ultimo atletico passaggio dentro una spaccatura.
In discesa si possono fare 3 doppie (corda da 40m sufficiente) che a piombo riportano sul ghiacciaio. Sulla medesima cresta e poco a sud del bivacco si trova il vero passo di Bondo su cui è attrezzata una calata per scendere sul ghiacciaio della Bondasca sul lato opposto (corda da 60m).