Cavallo (Cimon del) o Cima Manera da Casera Pal

sentiero tipo,n°,segnavia: nr 924-924a
difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1054
quota vetta/quota massima (m): 2251
dislivello salita totale (m): 1280

copertura rete mobile
no operato : 20% di copertura

contributors: lancillotto
ultima revisione: 09/10/17

località partenza: Casera Pal (Tambre , BL )

punti appoggio: rifugio Semenza - bivacco a Forcella Laste

cartografia: carta Tabacco nr 012 Alpago -Cansiglio

accesso:
Da Belluno per Puos d'Alpago e Chies d'Alpago. Dal centro del paese, a ds Via Cate, stretta sopratutto all'inizio che in circa 5 km conduce all'agriturismo Casera Pal. Ampio parcheggio, area sosta con tavoli, barbecue, fontana.

note tecniche:
Salita alla cima tra le più note e frequentate dell' Alpago attraverso la Val Salatis e la Val Sperlonga, forse le più belle della zona.
Purtroppo, un intervento di "valorizzazione della montagna" patrocinato dalle Regole della Val Salatis, sta procedendo alla cementificazione della strada forestale, sembra per creare un posto di ristoro per una "ecomaratona" che si svolge annualmente. Un vero e proprio sfregio a un patrimonio naturale.

descrizione itinerario:
L'itinerario si svolge prima su strada forestale poi su sentiero che taglia la stessa fino ad entrare nella bella Val Salatis. Giunti alla piccola casera Pian de le Stele (bivacco di emergenza, tavolo, focolare) si sale nel bosco fino a trovare le indicazioni per il rif. Semenza. Si può proseguire per il sent. diretto (nel bosco più in ombra sopratutto in questa stagione) oppure per la Variante che porta verso f.lla Sestier per poi immettersi nella selvaggia Val Sperlonga, ricca di inghiottitoi. Dopo un tratto in costa su ghiaione il sent. sale ripido su zolle erbose fino a Forcella Laste e al bivacco. In pochi minuti si scende al rif. Semenza.
Ritornati in forcella, si segue il sentiero che si inerpica ripido tra i prati in direzione della cima, non visibile. Raggiunta un anticima erbosa e panoramica, si continua con tratti esposti fino alla vetta vera e propria (circa ore 1 dalla forcella). Panorama vastissimo dalle Dolomiti alla laguna veneta.