Mettelhorn e Platthorn Via Normale da Zermatt per il Vallone del Triftbach

difficoltà: F   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 1605
quota vetta (m): 3406
dislivello complessivo (m): 1800

copertura rete mobile
vodafone : 40% di copertura

contributors: ste_6962
ultima revisione: 02/10/17

località partenza: Zermatt (Zermatt , Visp )

punti appoggio: Hotel du Trift m. 2337 tel. 0041-79-4087020. Aperto da giugno a fine settembre

cartografia: CNS foglio 1348 - Zermatt - scala 1:25000 ; CNS foglio 1328 - Randa - scala 1:25000

accesso:
La località di Zermatt non è raggiungibile in auto, ma solamente in treno. Le auto si devono lasciare obbligatoriamente nei grandi parcheggi a pagamento di Tasch. Per raggiungere Tasch dall’Italia ci sono due possibilità, o dal Passo del Sempione oppure dal Colle del Gran San Bernardo.
1) Dal Passo del Sempione (raggiungibile da Domodossola con la SS33) si scende con la strada statale E62 fino a Ried-Brig, dove si volge a sinistra seguendo l’autostrada A9 in direzione di Marigny, Lausanne e Sion. Usciti a Visp, si deve volgere a sinistra seguendo la Talstrasse (indicazioni per Tasch e Zermatt) fino a raggiungere Stalden. Da Stalden, alla rotatoria si deve piegare a destra (indicazioni per Tasch e Zermatt) entrando nella Mattertal. Si oltrepassano i centri abitati di Saint Niklaus e Randa, per raggiungere infine Tasch, dove si deve parcheggiare in uno dei molti parcheggi a pagamento (sono 61 km dal Passo del Sempione a Tasch).
2) Dal Colle del Gran San Bernardo (raggiungibile da Aosta con la SS27) si scende sul versante svizzero con la statale 21, superando i paesi di Bourg Saint Pierre, Orsières, Sembrancher fino a raggiungere Martigny. Da qui si prosegue con l’autostrada A9 in direzione di Sion e Visp. Usciti a Visp, il rimanente percorso è identico al precedente. (sono 138 km dal Colle del Gran San Bernardo).

note tecniche:
Il Mettelhorn è una montagna secondaria del Gruppo Zinalrothorn - Obergabelhorn, ma viene molto frequentata per la sua facilità di accesso. Gran parte dell'itinerario di salita si svolge su sentiero segnalato, solo nella parte alta si deve superare un tratto di ghiacciaio facile, ma con alcuni crepacci e da percorrere con la solita attrezzatura, consigliabile salire in cordata. Se non fosse per il ghiacciaio potrebbe essere considerata a tutti gli effetti un itinerario escursionistico, valutabile EE. Le roccette finali per raggiungere la cima del Mettelhorn in condizioni normali non presentano particolari difficoltà, mentre se bagnate o innevate richiedono attenzione. E’ possibile combinare questa salita anche con il vicinissimo Platthorn, molto semplice da salire, presenta una traccia di sentiero su una ripida china detritica e alcune facili roccette (in questo caso, se considerato singolarmente, è da ritenersi EE). Normalmente questa piacevole salita si effettua in due giorni, prevedendo un pernottamento nel rifugio-hotel Trift, confortevole e accogliente. Il periodo ideale per fare questa salita va da metà luglio a ottobre.

descrizione itinerario:
Da Täsch, dove si lasciano le auto in uno dei vari parcheggi a pagamento, si raggiunge Zermatt con il treno. Usciti dalla stazione bisogna proseguire a piedi per il centro di Zermatt fino ad oltrepassare il ponte sul Triftbach, superato l’hotel Matterhorn Peak, nei pressi di una via laterale che volge a sinistra, si trova un cartello segnaletico con le indicazioni per il Trift Hotel, Rothornhutt e Mettelhorn. Si segue questa stradina, passando dapprima fra alcuni edifici per una ripida e stretta stradina, in seguito il sentiero si snoda fra pascoli con rustici d'epoca, in seguito si risale, dopo numerosi tornanti nel bosco, raggiungendo un dosso panoramico dove si trova l'alberghetto di Alterhaupt m. 1961. Proseguendo per comodo sentiero, dopo un tratto quasi pianeggiante, si oltrepassa un ponte a quota 2058 m sul Triftbach, da qui si volge sul lato destro del vallone, continuando per il ben marcato sentiero, salendo dapprima con diversi tornanti e poi in diagonale fino a raggiungere l'hotel du Trift 2337 m. (ore 2.00 indicative da Zermatt).
Dall’hotel-rifugio si inizia a salire verso Nord (cartello indicatire per il Mettelhorn e Platthorn) raggiungendo in breve il pianoro di Vieliboden m. 2455, si continua la risalita fino ad un bivio a quota 2452 m, dove si abbandona il sentiero di sinistra (sale alla Rothorn Hutte) e si piega a destra (nuovo cartello indicatore per il Mettelhorn) entrando nel Vallone Trift-chumme. Si risale questo vallone, tra pendii erbosi e detritici, sempre su sentiero ottimamente segnalato, si risalgono gli avvallamenti e i pendii del valloncello, piegando gradualmente a sinistra si punta prima ad un dosso detritico sotto le pendici del Platthorn, poi si volge a destra superando prima una conca ed una rampa detritica finale raggiungendo infine l’ampia sella del Furggji m. 3170. Da qui, messo piede sul ghiacciaio (Holichtgletscher) lo si risale verso destra (spesso si trova una pista nella neve), badando ad alcuni crepacci, tenendosi vicino alla paretina rocciosa del soprastante Platthorn, fino a raggiungere l’ampia sella posta tra le cime del Mettelhorn (a sinistra) e del Platthorn (a destra) dove si esce dal ghiacciaio. Volgendo a sinistra, si risale il ripido pendio detritico della piramide sommitale, percorso da una traccia di sentiero, e in ultimo con alcuni passaggi di arrampicata su facili placche, prima di raggiungere la vetta. Indicata da un semplice ometto di pietre e dalla targhetta segnaletica della cima. (ore 3.00 / 3.30 indicative dall’hotel Trift alla cima). In discesa, appena rientrati alla sella del Furggji, è possibile con una breve deviazione salire anche il Platthorn. Dalla selletta si sale una traccia di sentiero che sulla sinistra sale ripidamente la pietraia con diverse serpentine, fino a raggiungere il gradino roccioso della cima, per alcune facili roccette si raggiunge la cima, sormontata da un palo con pannello ripetitore (stazione meteo) e dalla targhetta indicatrice di vetta. Sono 15/20 minuti dalla sella del Furggji (EE). Ritornati alla sella per il medesimo percorso, non rimane che percorrere a ritroso tutto il sentiero nel Vallone Trift-chumme e Triftbach fino a rientrare nuovamente a Zermatt

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale