Gran Serin (Punta del) da Grand Puy per Col Lauson e Colle dell’Assietta

sentiero tipo,n°,segnavia: 328 e 372
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 1830
quota vetta/quota massima (m): 2629
dislivello salita totale (m): 1120

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: paolokaps
ultima revisione: 01/10/17

località partenza: Grand Puy (Pragelato , TO )

cartografia: Fraternali 1:25000 n° 2 e 3

accesso:
Dalla statale 23 in direzione Sestriere, alla fraz. Ruà di Pragelato, girare a destra al cartello Gran Puy e proseguire fino in centro paese posteggiando possibilmente vicino alla fontana.

note tecniche:
Oltre lo scopo ludico/ricreativo, questa gita tocca lo storico teatro di guerra tra Piemonte e Francia culminata nella battaglia dell’ Assietta del 1747. Consiglio una breve informazione su questa vicenda prima della gita per gustarla appieno. Una volta arrivati al Col Lauson basta seguire la strada militare per arrivare senza problemi al Gran Serin, ma con piccola fatica in più consiglio di seguire i percorsi laterali descritti sotto per valorizzare la gita.

descrizione itinerario:
Dalla fontana proseguire brevemente verso il centro paese, sulla destra si troveranno due evidenti cartelli segnavia, seguire l’ indicazione per il sentiero 328. Seguendo le rade bollinature si incontrerà un grande larice a quota 1980 ad un bivio, con due marcature di sentiero non numerate, proseguire a destra. Poco oltre, ad un nuovo bivio evidenziato da un ometto di pietre proseguire a sinistra , seguendo bollinature bianco/rosso poco visibili; un cartello bianco a distanza tra gli alberi conferma la direzione Col Lauson, da qui non ci sono più incertezze ed al colle si esce sulla strada militare dell’ Assietta.
Seguendo un segnale giallo sulla destra, si risale la ripida cresta arrivando al Monte Gran Costa, la cui vetta è occupata da vecchi trinceramenti settecenteschi e più recenti opere di fortificazione e caserme. Dal lato opposto, seguendo la strada di servizio in parte franata e tagliando i tornanti dove possibile, si ridiscende alla strada militare, in corrispondenza di una sbarra.
Proseguendo sulla strada, sulla sinistra in corrispondenza di una grande targa su legno “Strada dei cannoni” risalire l’ adiacente pendio e ci si ritrova in breve sulla Testa di Mottas con resti di altre grandi fortificazioni in vetta. Dolce discesa dal lato opposto su sentiero sulla militare fino alla Testa dell’ Assietta, sormontata dal grande obelisco a ricordo dell’ episodio cruciale dell’ omonima battaglia. Ancora percorso su sentiero di cresta fino alla militare e discesa al Colle dell’ Assietta tagliando i tornanti.
Da qui si risale infine al Gran Serin, inizialmente su strada, poi imboccando un sentiero di sinistra non segnalato che taglia i tornanti; l’ imponente fortificazione di vetta si trova al culmine della strada che l’ attraversa. Scendendo poi di cresta si arriva rapidamente alla grande caserma di servizio a cavallo di un piccolo colletto con panchine per pranzare e lago sottostante.
Percorso di ritorno su strada fino al Colle dell’ Assietta, dove in corrispondenza di una bacheca inizia il sentiero 372 che scende rapidamente in direzione di un alpeggio. Seguire attentamente finchè possibile bollinature e paletti che mantengono il percorso sopra l’ alpeggio, poi purtroppo scompaiono ma il sentiero resta sempre abbastanza evidente e dopo uno scollinamento porta all’ Alpe Rocce. Da qui seguire la strada ormai sconnessa che arriverà a raccordarsi col sentiero 328 all’ altezza dell’ ometto descritto in salita e poi rapidamente a Gran Puy.

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale