Redorta (Pizzo) Cresta Nord

difficoltà: F+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 790
quota vetta (m): 3038
dislivello complessivo (m): 2250

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: la-Nata
ultima revisione: 05/09/17

località partenza: Fiumenero (Valbondione , BG )

punti appoggio: rif. Brunonr

cartografia: Foppolo - Valle Seriana 1:50000 Kompass

bibliografia: Escursionismo nelle valli bergamasche - ed. Lyasis

accesso:
Parcheggiare nel comodo piazzale nei pressi del cimitero di Fiumenero e seguire il sentiero 227 verso il rif. Brunone. Percorso in debole salita prima sulla destra e poi sulla sinistra idrografica del torrente fino a quota 1580 (Piani dell'Aser). Poi comincia a salire in maniera più decisa fino al rifugio Brunone 2295 m.
Dal Brunone seguire il sentiero a sud-est per Coca/Redorta, oltrepassare la variante bassa e alta al Coca e seguire il sentiero 252 per il Redorta. Si taglia un largo pendio detritico tra due bastionate rocciose. Superato un tratto roccioso si guadagna in breve una conca (2530 m ca) con argine morenico. Rimontando su detriti e roccette il ripido e bagnato pendio-canale sulla sinistra, si supera la balza rocciosa da cui per sfasciumi, detriti e rocce nude si giunge al margine inferiore del ghiacciaio.

descrizione itinerario:
Valutate le condizioni dell'eventuale neve presente, lo si risale in diagonale (attenzione all'eventuale presenza di crepacci) puntando verso l'evidente incisione della Bocchetta di Scais 2900 m ca. la quale separa il Redorta dalla cosiddetta "Fetta di polenta", una delle anticime dello Scais. Il forte regresso dell'apparato glaciale ha reso più difficoltoso il raggiungimento della bocchetta, soprattutto a fine estate, quando anche la neve annuale spesso scarseggia. Dallo stretto intaglio, per roccette, si risale la cresta settentrionale fino alla cima.