Froppa (Cimon del) Via Normale

difficoltà: PD   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 1850
quota vetta (m): 2928
dislivello complessivo (m): 1200

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: manty57
ultima revisione: 04/09/17

località partenza: la Stua (Calalzo di Cadore , BL )

punti appoggio: Rifugio Baion

note tecniche:
Bellissima salita alla cima più alta delle Marmarole. Il ghiaione del Vallon del Froppa è molto faticoso ma consente un ottimo risparmio di tempo rispetto alla salita per Forcella Jau de la Tana e il successivo attraversamento fino a Forcella Froppa e quindi Forcella Kugy. Attenzione alle infide roccette che conducono a Forcella Kugy

descrizione itinerario:
Dal Rifugio Baion (raggiungibile da Domeggie di Cadore per strada stretta, inizialmente asfaltata e infine sterrata abbastanza "avventurosa") si prende il sent. 262 diretto al Rifugio Chiggiato che con numerosi saliscendi (e due facili e brevi tratti attrezzati) conduce sotto al grande ghiaione del Vallon del Froppa a sinistra dello spigolo della Croda Bianca (circa quota 1920 m; debole traccia che stacca a destra [ore 1.00]). Si rimonta tutto il ghiaioso Vallon del Froppa, inizialmente con erba e ghiaie e poi (circa 400 m di dislivello; molto faticosi gli ultimo 250; rari bolli rossi e qualche ometto crollato) per ripide ghiaie mobili fino a delle roccette che si superano con delle funi metalliche per raggiungere Forcella Marmarole (2661 m) [ore 1.45].

Descrizione della salita:
Dalla Forcella Marmarole si sale seguendo i segnavia dell'A.V.5 per Forcella Froppa ma circa a metà strada una traccia scarta a destra diretta a Forcella Kugy. Seguendo gli ometti ci si porta sotto le rocce che si salgono per ripide placchette con ghiaino (passaggi di I e II) fino ad un canale ghiaioso nascosto che in breve porta a Forcella Kugy (2825 m circa) [ore 0.25]. Dalla forcella Kugy è evidente il primo passaggio della salita che è anche il più difficile. Si attacca quindi la parete verticale per una fessura (III° forse abbondante i primi 5 m; un chiodo con cordino sul passaggio più difficile e un'altro qualche metro dopo, all'interno di un canalino) e successivamente per un camino fino ad una buona sosta (II°; circa 30 m dall'attacco; sosta su 3 chiodi). Si prosegue e sinistra per attaccare un corto camino (5 m di II°; chiodo intermedio) e all'uscita si trova la sosta a sinistra (1 chiodo con cordone). Si procede ora più facilmente per placchette (I e II) fino ad una cengetta che porta verso destra ad un canale di sfasciumi che si risale (25 m circa; ometti; I) sbucando direttamente presso la cima che si raggiunge brevemente per cresta verso destra (2932 m; lasciato libretto di vetta perchè nell'edicola mancava…) [ore 0.40 dall'attacco].

Discesa:
Come per la salita: dalla cima si cala con attenzione alla sosta su chiodo con cordone da cui in doppia fino alla sosta sui 3 chiodi con fettuccia da cui con un'altra doppia di circa 25 m direttamente a Forcella Kugy [ore 0.40]. Dalla forcella tramite il percorso conosciuto all'andata si cala a Forcella Marmarole, poi nel Vallon del Froppa e al sentiero che verso sinistra ci riporta al Rifugio Baion [ore 2.20].