Chézerys (Placche di) Voie Jaune

difficoltà: 4 / 4 obbl
esposizione arrampicata: Sud
quota base arrampicata (m): 1800
sviluppo arrampicata (m): 130
dislivello avvicinamento (m): 370

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: pinin
ultima revisione: 25/08/17

località partenza: Chamonix Trélechamps (Chamonix-Mont-Blanc , 74 )

bibliografia: Les Aiguilles Rouges - Michel Piola

accesso:
Strada verso il Col des Montets, parcheggio sul lato sinistro, circa 800 metri prima del colle, località Trélechamps (quota m 1430 slm), imboccare a sinistra il comodo sentiero dei laghi di Chézerys (pannello con indicazione Lac Blanc, Aiguillette d'Argentiere e Flégère) e percorrerlo in traverso ascendente per un paio di chilometri, svoltare verso monte all'unico bivio con palina, uscendo dal bosco, risalire ancora per un centinaio di metri il sentiero principale, poi svoltare su traccia a destra, risalire in direzione della base della parete, raggiungendo direttamente le vie del settore destro (m 1800 slm). La voie jaune è la prima che si incontra (scritta alla base).

note tecniche:
La Jaune è una delle vie storiche del settore, quasi esclusivamente di placca, tra le più facili del settore, ma molto divertente, roccia solida e compatta di gneiss, solo leggermente levigata in alcuni punti dai numerosi passaggi, chiodatura ravvicinata, lunghezze medie intorno ai trenta metri, soste comode, tutte con catena ed anelli di calata, occorrono 8-10 rinvii.

descrizione itinerario:
L1 - 4c placca appoggiata nel complesso facile, ma con un paio di metri più ripidi e delicati nel tratto centrale, sosta su terrazzino;
L2 - 4b placca che aggira sulla destra uno sperone, piccolo risalto, poi ancora placca appoggiata;
L3 - 4a placca in diedro inclinato, sosta su ampio terrazzamento;
L4 - 3c tiro breve (circa 20 m), ancora di placca abbattuta, con corde di almeno 50 m si può unire con l'ultimo;
L5 - 4c piccolo risalto verticale, poi placca più facile (4a);
Discesa sulla via con tre doppie di circa 50 m

altre annotazioni:
Aperta dalla guide d'Argentiere nel 1969, richiodata nel 1998