Baussetti (Monte) da Nascio, anello

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1220
quota vetta/quota massima (m): 2004
dislivello salita totale (m): 900

copertura rete mobile
vodafone : 20% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: daniele64
ultima revisione: 15/08/17

località partenza: Nascio (Pamparato , CN )

punti appoggio: Rifugio Navonera e Capanna Manolino

accesso:
Si arriva al paese di Valcasotto seguendo la Provinciale 178 che collega Garessio con Pamparato . Proprio a fianco del parcheggio interrato , c'è una stretta stradina in discesa ( cartelli escursionistici ) da imboccare per 3 km sino alla piccola , graziosa borgata di Nascio . Qui finisce l'asfalto e si può trovare qualche slargo dove parcheggiare . Volendo si può proseguire sulla sterrata sino alla chiesina di San Lorenzo o addirittura sino al Colle della Navonera .

note tecniche:
Itinerario piuttosto facile e ben segnalato . Uniche difficoltà , la discesa dalla Baussetti al Passo della Valletta ( un pochino ripida ) e poi reperire l'inizio del sentiero che , vicino alla chiesetta del Rifugio Manolino , riporta indietro a Nascio . Lunghezza complessiva 19/20 chilometri , per almeno 900 metri di dislivello .

descrizione itinerario:
Parcheggiata l'auto a Nascio , si raggiunge in due minuti la chiesa di San Lorenzo e poi si continua sulla sterrata sino al Colle della Navonera ( 1420 m. ) , con cappella e rifugio . Da qui si seguono le indicazioni per la "Via dei cannoni " che si addentra a lungo nel bosco sino ad uscirne alla base del pendio sommitale della Cima Robert , dove a fine Settecento era stato a lungo accampato il distaccamento di artiglieria francese del generale eponimo . Proprio in memoria di questi fatti bellici , recentemente sono state installate in zona alcune efficaci sculture metalliche . Risalendo il prato si arriva alla arrotondata cimetta ( 1819 m. ), che porta ancora i segni dei trinceramenti militari . Proseguendo sulla panoramica dorsale si arriva quindi facilmente alla Cima Baussetti ( 2004 m.- croce ) . Da qui si scende un po' ripidamente al sottostante passo della Valletta ( 1838 m. ) , nei pressi dei cosiddetti Lamazzi , piccoli stagni stagionali . Svoltando a sinistra e passando sotto le pareti rocciose della Cima Ciuaiera , si raggiunge il sentiero con tacche biancorosse che scende verso la Capanna Manolino . Al termine del pendio c'è un gias abbandonato e poi si risale leggermente per raggiungere la graziosa chiesina dei pastori ed il Rifugio ( 1638 m. ), adagiato ai margini della scenografica Alpe di Perabruna . Tornando leggermente indietro , sotto al gias abbandonato , si deve reperire ( nessun segnale ! ) l'inizio del bel sentiero nel bosco , taccato con vecchi segni rossi , che ci condurrà prima alla costruzione metallica del Gias della Valletta e quindi sulla lunga sterrata che ci riporterà alla chiesuola di San Lorenzo ed infine all'auto .

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale