Rossin (Punta del), Punta di Loie e Cima della Valletta di Bardoney da Lillaz

sentiero tipo,n°,segnavia: 12
difficoltà: EE/F   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1611
quota vetta/quota massima (m): 2947
dislivello salita totale (m): 1500

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: titty79
ultima revisione: 28/06/17

località partenza: Lillaz (Cogne , AO )

cartografia: l'escursionista 10 valle Cogne e Gr Paradiso

accesso:
Autostrada Aosta, Aymavilles, Cogne, Lillaz (ampi parcheggi, a pagamento e non).

descrizione itinerario:
Dal parcheggio di Lillaz prendere le indicazioni per le Cascate ed il sentiero 12 per il Lago di Loie.
Nei pressi delle Cascate il sentiero sale ripido fino ai ruderi dell’Alpe Loie, poi prosegue piu’ dolce fino a raggiungere il Lago di Loie, da dove abbiamo a vista tutte e tre le mete.
Si contorna il lago sul suo lato dx, su tracce di sentiero che a tratti svaniscono, tagliando la base della quota erbosa 2522 fino a raggiungere una conca pietrosa.
Tenersi sempre sul lato dx della conca arrivando ad una sorta di colletto tra la quota 2522 e la Punta di Loie (che da questo versante mostra la sua bella paretina rocciosa).
Tagliare ora tutta la base della Punta di Loie, evitando un primo canalino erboso (inizialmente lineare e poi trasversale), e raggiungendo un secondo canalino erboso, corto e ripido, con tracce di animali, che porta tra la cresta S della Punta di Loie e la cresta NW della Punta del Rossin.
Si percorre la breve cresta della Loie, alcuni tratti a filo, i risalti rocciosi di cresta li si evitano sul lato ovest e tra alcune cengette e tratti tra facili roccette, si arriva alla comoda vetta con croce con dedica, 2676 m.
Si torna al canalino, si scende di qualche metro e si attraversa in diagonale risalendo la ripida pietraia che conduce al grosso ometto di vetta (visibile gia’ dal lago) dal quale parte la cresta della Rossin.
(Eventualmente dal canalino si puo’ risalire direttamente la cresta che prosegue alla punta del Rossin con passaggini di II° su placchette e roccette).
Dall’ometto la cresta NW prosegue comoda e molto larga, si aggira l’anticima sul suo lato dx raggiungendo una sella, dalla quale, per roccette e sfasciumi e in ultimo a filo di cresta, si raggiunge la panoramica vetta con croce improvvisata, 2947 m.
Dalla cima si torna all’anticima, la si contorna e si comincia a scendere per la cresta NE, aggirando un primo risalto, tra sfasciumi sul suo lato sx, poi si torna a filo e si risale il secondo risalto su facili roccette. Da qui, per comode cengie prima e per tracce di animali dopo, si percorre tutta la cresta in discesa verso la Cima della Valletta di Bardoney.
Cresta ampia e ben camminabile che porta alla base della cresta SW della Valletta. La si risale con ultimo ripido strappo tra cengette e roccette fino al piccolo ometto di vetta, 2710 m.
Dalla cima puntare la sottostante quota 2560 m, da questa, su percorso a piacere, tornare al Lago di Loie.