Piccola Ciamarella da l'Ecot per il ghiacciaio des Evettes

tipo itinerario: ghiacciaio
difficoltà: OSA   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Ovest
quota partenza (m): 2020
quota vetta/quota massima (m): 3540
dislivello totale (m): 1650

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: titi1982
ultima revisione: 12/06/17

località partenza: l'Ecot (Bonneval-sur-Arc , 73 )

punti appoggio: Refuge des Evettes 2590 m

bibliografia: Campana

accesso:
A Lanslebourg per il Moncenisio, quindi a destra per Bessans e Bonneval, da Bonneval ancora qualche chilometro per il caratteristico villaggio dell'Ecot ove si lascia l'auto

note tecniche:
ascensione effettuabile anche in giornata - in tal caso non raggiungere il rifugio ma percorrere tutto il pianoro sottostante tenendosi sulla destra

descrizione itinerario:
Da L'Ecot seguire le indicazioni per il rif. Des Evettes, risalendo i pendii in dir. sud. Superato il primo ripido tratto, un lungo traverso verso sx porta ad un pianoro, dove c’è un bivio (cartelli): verso dx il sentiero è più ripido e leggermente più breve, verso sx invece è più dolce. Dal parcheggio al rifugio occorre circa 1,30-1,45h. Se non si intende passare dal rifugio, una volta giunti in vista dello stesso (che rimane più a sx), proseguire dritti verso il Plan des Evettes, tenendo la dx (ometti). Percorrere il lunghissimo pianoro in dir. S, fino a circa q. 2750 m. Risalire un ripido pendio, aggirando i seracchi e portarsi quindi sul plateau glaciale a circa q. 2900 mt. Piegare verso dx in direzione dell’Albaron di Savoia e dopo 100 mt. di disl. deviare nuovamente a sx. Da qui in poi i pendii sono costantemente sostenuti (ca. 35°), fino al Colle della Piccola Ciamarella. Solitamente con piccozza e ramponi, risalire la facile ma ripida cresta SW (40-45°), inizialmente nevosa poi rocciosa. Un ultimo breve passo di II° porta alla croce di vetta.