Piramide e Cubo La piramide e oltre

difficoltà: 6a / 5b obbl
esposizione arrampicata: Sud-Est
quota base arrampicata (m): 1300
sviluppo arrampicata (m): 240

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: Titti85
ultima revisione: 28/05/17

località partenza: Pianchette (Noasca , TO )

accesso:
Dopo Noasca poco prima dell' entrata del tunnel per Ceresole, prendere a destra per la Frazione Pianchette, parcheggiare nei pressi di un masso. Attraversare il prato ed in 5 minuti raggiungere la partenza della fessura per P.A. dietro un enorme scaglia staccata.

note tecniche:
Una combinazione di tiri che si unisce ad un classico itinerario cucendo nuove e vecchie varianti, una specie di arlecchino, che girando tra placche e fessure ci porta sulla Piramide e poi sulla cima del Cubo, una formula tra le titaniche figure geometriche di granito.
Materiali: Normale da arrampicata, 2 corde da 50 metri, friends fino al 4 B.D.

descrizione itinerario:
Descrizione tratta da "La Piramide e Oltre" Scalata trad e plaisir in Valle Orco
La via ha qualche fix solo nelle placche, per il resto è necessaria una buona esperienza con le protezioni veloci.
Parte Prima "Fissure par P.A."
L1: partire dietro l' enorme scaglia staccata, salire facilmente per 3 metri e spostarsi a sinistra alla partenza della fessura, un passo ostico 5°+ poi più facile su fessura larga, 5°, sosta da calata, 30 metri
L2: seguire la fessura verticale, 5°, 2 fix martellati ma, ancora utilizzabili, sosta da calata, 25 metri
L3: salire facilmente e prendere una fessura diagonale verso destra, 4°+, un chiodo martellato, sosta da calata, 40 metri
Parte seconda "La Piramide e Oltre"
L4: salire verso una placca un pò a destra (il carapace) superarlo 5°, un fix, proseguire verso un cespuglio con cordone, 4° , andare in diagonale verso sinistra e salire una bella placca, un fix, 5°, sosta su albero con cordone e maillon, 40 metri
L5: salire sul margine destro del cubo 3°+ un fix, verso un grosso albero, breve tratto di erba, sosta su un fix, possibile integrare con un friend, 40 metri
L6: salire in fessura 5°, poi andare a sinistra e attraversare una placca nera, un fix, 3° ancora in placca un fix, poi bella fessura, 4°, sosta su 2 fix con cordone e maillon
L7: salire in placca 5° un fix, poi un piccolo bombamento 5°+, un fix, continuare verso un piccolo diedro, che si sale, 4°, un chiodo ( trovato in parete) continuare in placca liscia, 6°+ ( possibile A0) 5 fix, uscire verso un faggio (cordone) e proseguire verso sinistra 5°-, un chiodo rosso, sosta su due fix collegati con cordone e maillon, 30 metri
L8: attraversare una placca a sinistra 1°, e raggiungere il magnifico bosco sommitale.

Discesa in doppia sulla via: calata dalla sosta 7, calata dalla sosta 6 fino ad un albero con cordone un po' sulla destra ( faccia a monte) calata fino all'albero in cima alla Piramide, calata fino alla prima sosta a Fix, tre calate sulle soste a fix fino alla base. Oppure Discesa nel bosco: dal bosco sommitale andare verso destra (faccia a monte) girare uno sperone e reperire un albero da cui ci si cala, 30 metri, al bosco sottostante (corda passata direttamente sull'albero). Scendere il bosco di faggi circa 150 metri e reperire un albero con cordone e maillon sulla destra ( faccia a valle). Calarsi per circa 35 metri e seguire verso destra ( faccia a valle) passando sotto le placche del Cacao, traversare su placca 1° e arrivare dietro la scaglia nel punto di partenza della via. Molto bello.

altre annotazioni:
La prima parte della via sale la mitica fessura per P.A, aperta il 12 giugno 1974 dal fortissimo Giampiero Motti, da solo, in arrampicata libera, senza corda, ne protezioni. Sono tre tiri molto belli, con un paio di singoli passaggi impegnativi.
La seconda parte si raccorda al margine destro del Cubo e lo segue fino in cima, durante la salita poco a lato abbiamo reperito due vecchie soste di calata e un chiodo.
Senza la pretesa di aver scoperto nulla di nuovo, nel settembre 2014 con Alberto Muzio e Carlo Manazza , abbiamo percorso la via dal basso proteggendoci a friend fino ad una placca liscia di circa 15 metri sotto la sommità del Cubo, tornato ad inizio ottobre con Gabriella Gugliemetti, utilizzando qualche fix nella placca e nelle soste abbiamo completato la via.

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale