Ciantiplagna (Cima) dal Pian dell’Alpe per il versante Sud-Ovest

difficoltà: F   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1950
quota vetta (m): 2849
dislivello complessivo (m): 900

copertura rete mobile
vodafone : 40% di copertura

contributors: ste_6962
ultima revisione: 25/05/17

località partenza: Pian dell'Alpe (Usseaux , TO )

punti appoggio: Rifugio Lago delle Rane al Pian dell'Alpe. http://www.rifugiolagodellerane.it/. tel. 347-0243213

cartografia: Fraternali Editore. Foglio 3 - Valle di Susa, Val Cenischia, Val Chisone, Rocciamelone. scala 1:25000

accesso:
Da Pinerolo si deve seguire la SP23 seguendo le indicazioni per le Valli Chisone e Germanasca. Si superano i centri abitati di Villar Perosa, Pinasca, Perosa Argentina (dove si trascura la diramazione a sinistra per la Val Germanasca) e si prosegue a destra oltrepassando Roure, Villaretto, Chambons e Fenestrelle. Da Fenestrelle si prosegue sulla SP23 fino a Pourrieres, dove si trova il bivio per Usseaux e Balboutet. Si volge quindi a destra, seguendo la SP173 (strada dell’Assietta) raggiungendo Balboutet, e da qui seguendo le indicazioni stradali, la strada che porta al grande pianoro del Pian dell’Alpe, dove si trovano ampie possibilità di parcheggio (46 km da Pinerolo).

note tecniche:
La descrizione di questo itinerario è riferita al periodo primaverile, o comunque con le due montagne ancora innevate. E’ un piacevole itinerario da fare con piccozza e ramponi in un contesto ambientale integro e incantevole. Nella prima parte del percorso si segue la strada dell’Assietta fino ad arrivare alla base del Vallone della Mola, che si risale in parte fino ad arrivare alla base del pendio Sud-Ovest della Ciantiplagna, che si risale direttamente fino in cima, con tratti ripidi fino a 35°. La successiva discesa per la cresta Ovest e si svolge lungo il crestone, che ha qualche tratto ripido, ma percorribile senza problemi. La valutazione complessiva F si riferisce alla montagna innevata, mentre nel periodo estivo il versante SO della Ciantiplagna non viene quasi mai percorso e si sale normalmente lungo il Colle delle Vallette e cresta Ovest, in questo caso è un itinerario valutabile E. Il periodo ideale per effettuare questo itinerario è il mese di maggio, ma dipende dalle condizioni di innevamento. La cima è un notevole punto panoramico, con la visuale che spazia dalle Alpi Liguri, al Monviso, alle montagne delle Valli di Susa fino alle grandi montagne del Delfinato ed Massiccio degli Ecrins.

descrizione itinerario:
Dal Pian dell’Alpe si imbocca la strada dell’Assietta, attraversando le pendici meridionali dei soprastanti Monti Pintas e Fattiere prima e Rocca Pertusà poi, salendo sempre a mezza costa, con alcuni tornanti raggiunge una conca erbosa, nota come Piano dei Cerena, posto alla base del costolone della Punta Chalvet. Non si sale direttamente verso la Punta Chalvet, ma si segue la strada sterrata ancora per un breve tratto, si oltrepassa il crinale Sud-Ovest della Punta Chalvet e si raggiunge poco dopo l’imbocco del Vallone Rio della Mola, nei pressi di un muretto di contenimento del rio. Il punto di partenza del sentiero non è indicato da alcuna palina segnaletica, ma si nota un segno biancorosso sbiadito su un roccione posto sopra il muro. Si supera il muretto passando vicino al Rio della Mola e si sale con una serie di tornanti, prima vicino al corso d’acqua e poi spostandosi più a destra, su terreno erboso e detritico si prende gradualmente quota fino a raggiungere prima un dosso erboso e poi un grande pianoro a quota 2350 m. Da qui il percorso si vede bene, si piega a destra, trascurando eventuali tracce a sinistra (portano al Colle delle Vallette), attraversando il pianoro e arrivando alla base del pendio Sud-Ovest della Ciantiplagna. Senza un percorso obbligato si può risalire tutto il pendio direttamente tenendosi al centro oppure spostarsi più a destra, con tratti ripidi fino a 35°, fino a raggiungere la parte finale della cresta Ovest che sale dal Colle delle Vallette, oppure direttamente la vetta. Nel primo caso, con breve e facile percorso sull’ampio crestone si raggiunge la vetta della Cima Ciantiplagna, dove si trovano una croce metallica e una piccola cabina con pannello ripetitore del soccorso alpino (ore 3.00 indicative dal Pian dell’Alpe alla cima).
In discesa si segue la cresta Ovest, passando a sinistra di un gradone roccioso (lato Val Chisone), poi la cresta si allarga, e con facile percorso si raggiunge l’ampio Colle delle Vallette m 2551, dove si trova una vecchia casermetta in rovina, e dove si volge decisamente a sinistra, e per sentiero (o direttamente per ampio nevaio abbastanza ripido) si perde velocemente quota, fino a raggiungere nuovamente il grande pianoro di quota 2350 m dove si incrocia il percorso di andata. Seguendo il sentiero già percorso in salita si rientra al Pian dell’Alpe.

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale