Serpentera (Rocche di) Diagonale 33

difficoltà: D+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord
quota partenza (m): 1624
quota vetta (m): 2253
dislivello complessivo (m): 630

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: daffy85
ultima revisione: 29/04/17

località partenza: Roccaforte Mondovi (Roccaforte Mondovì , CN )

punti appoggio: Rif. Mondovì

cartografia: IGN Alpi Senza Frontiere Marguareis- Mongioie N° 3

accesso:
Dal Casello autostradale di Mondovì seguire le indicazioni per Villanova Mondovì e poi per Roccaforte Mondovì e di qui a Rastello. Ora proseguire per la strada che sale in valle Ellero fino alla località Porta Marchisa. In realtà poco prima è stata tracciata una nuova strada silvo-pastorale che sale nel vallone di San Lorenz. Seguire il tracciato della strada fino al suo termine.
Prendere ora le traccie di sentiero che proseguono nel vallone fino a 2000 m circa. Abbandonare il sentiero e salire per ripidi pendii la (dx orografica del vallone ) fino a raggiungere la base della parete dove parte una cengia nevosa che con andamento ascendente solca tutto il versante della montagna da sin verso destra. 1 ora 15 circa da Porta Marchisa. Punto Gps approssimativo N 44°11,997 E7°43,136.

note tecniche:
La linea di salita è visibile anche dal fondovalle ed è una caratteristica di questa parete. Il fatto che il canale - cengia sia interrotto da risalti rocciosi non ha mai " invogliato " la salita. In particolari condizioni con ghiaccio di fusione e freddo intenso si riesce a percorrere un itinerario di misto che è simile a quelli del Marguareis o del Mongioie.
Per eventuali ripetizioni si raccomanda la massima attenzione per la qualità della roccia nel tratto di misto nel secondo e terzo tiro. I primi salitori hanno impiegato circa tre ore dall'attacco alla cima. Utili una serie di Friend e chiodi da roccia .

descrizione itinerario:
L1 percorrere tutta la prima parte di rampa- cengia su neve ghiaccio 55 m fino a sbucare su un pulpito che immette nella parte di tratto di misto. S1
L2 attraversare a destra cercando di raggiungere la il canale cengia che è la direttrice della salita 40 m M4 chiodo rimasto nel passaggio più tecnico. S2 Su albero (fettuccia e possibile clessidra di rinforzo).
L3 continuare ad attraversare verso destra fino a raggiungere un canale che porta alla diagonale nevosa che incide la parte superiore della parete M4 e 50 gradi come pendenza su ghiaccio neve 35 m S3 in una nicchia alla base della diagonale
L4 Tutta su neve pendenza max 50 gradi sosta su neve 60 m S4
L5 Continuare a salire nel canale puntando ad una piccola strettoia che caratterizza la goulotte finale della via S5 su roccia
L6 seguire la goulotte canale fino a raggiungere la cresta sommitale delle rocche di serpentera S6

altre annotazioni:
Probabile prima salita effettuata il 29 Aprile 2017 da Bonelli Vittorino, Gillio Barbara, Rossi Sergio.