Autore (Monte) da Campo dell'Osso, anello

sentiero tipo,n°,segnavia: sentieri 651 e 673c
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Tutte
quota partenza (m): 1577
quota vetta/quota massima (m): 1855
dislivello salita totale (m): 480

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: antonbia
ultima revisione: 24/04/17

località partenza: Campo dell'Osso (Subiaco , RM )

cartografia: Carta 1:25.000 Parco dei Monti Simbruini

bibliografia: S. Ardito: Sentieri del Parco dei Simbruini, ITER Edizioni

note tecniche:
Monte Autore, nonostante la sua modesta altitudine (1855 m.), è uno dei migliori punti panoramici di tutto la dorsale Monti Simbruini – Monti Ernici. Nelle giornate di cielo particolarmente terso, infatti, è possibile vedere non soltanto le principali cime dei Simbruini, degli Ernici e dei Lepini, i tre maggiori Gruppi Abruzzesi (Velino-Sirente, Gran Sasso, Maiella) ed il Terminillo ma anche i Monti Sibillini e l’alta Valle del Tevere con il Monte Amiata. La cima è facilmente raggiungibile (una volta giunti, da Subiaco o da Jenne, nel comprensorio residenziale di Monte Livata – Campo dell’Osso) percorrendo 2,2 km di strada sterrata e poi un breve facile sentiero. L’itinerario che qui si propone è, invece, un anello di media lunghezza e medio dislivello che consente di apprezzare maggiormente ambienti e scorci panoramici della zona.

descrizione itinerario:
Lunghezza: 9,5 km circa
Tempo di percorrenza (escluse soste): 3 h e 15’
Dislivello totale in salita: 480 m.
Percorso segnato (segni bianco-rossi con numeri dei sentieri)
Periodi consigliati: Autunno (con i splendidi colori della faggeta), tarda Primavera/inizio Estate (per le fioriture).

Superato il piazzale di Campo dell’Osso, dopo circa 700 metri si parcheggia in corrispondenza dell’imbocco della Valle Maiura (1577 m.). Il sentiero 651 sale sul panoramico crinale di Monna dell’Orso (max 1788 m.) per poi scendere alle Vedute (dove termina la sterrata succitata, 1747 m., 1h. e 15’). Seguendo le indicazioni per il Santuario della SS. Trinità si continua a mezza costa sul “sentiero dei pellegrini” affacciandosi sulla Valle del Simbrivio, poi in discesa nel bosco (passando accanto ad un suggestivo acero secolare) sino a raggiungere la suggestiva e fresca Fonte degli Scifi (o Fossaiola, 1687 m., 25’). Si torna indietro per 150 m. per continuare sul sentiero 683a/SC che sale sulla cima di Monte Autore (1855 m., 35’). Con una breve discesa si torna alle Vedute. Si percorre la strada sterrata per 300 metri sino ad una palina che indica la continuazione del sentiero 673c entrando nella faggeta. Breve e ripida discesa per proseguire poi sul fondo della valletta attraversando piacevoli radure sino ad un “volubro” e raggiungere subito dopo il punto di partenza (1h.).