Berici (Colli) da Longare, anello per Fimon, Villabalzana

difficoltà: MC+ / BC   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Tutte
quota partenza (m): 35
quota vetta/quota massima (m): 385
dislivello salita totale (m): 1000
lunghezza (km): 35

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: lucabelloni
ultima revisione: 19/04/17

località partenza: Longare (Longare , VI )

bibliografia: http://www.padovamtb.com

note tecniche:
Giro non lunghissimo, ma con parecchi saliscendi e discese fattibili al 100% in sella ma con tratti abbastanza tecnici a causa del fondo sassoso e con pietre smosse. Le salite sono quasi tutte su asfalto, ma presentano talvolta degli strappi abbastanza duri.
Data la fitta rete di sentieri, se non si conosce la zona è preferibile seguire la traccia GPS.

descrizione itinerario:
Da Longare prendere Via Crosara, e proseguire su Via Santa Tecla. Dopo una breve rampa su asfalto, la strada diventa sterrata e sale con pendenze molto regolari. Superata la base militare, si prosegue su asfalto per poche centinaia di metri, imboccando sulla destra un bellissimo single-track in discesa che incrocia Strada San Rocco e termina su Via Grancare Basse.
Si tiene la sinistra e su asfalto si arriva a Palù, dove si svolta a sinistra e si ricomincia a salire verso Pianezze proseguendo su Via San Felice. In corrispondenza di una curva a destra, prendere una piccola stradina che scende in un prato, e che dopo poche centinaia di metri si trasforma in un bellissimo single-track che termina a poca distanza dal Lago di Fimon, e dove vale la pena fare una sosta.
Dal parcheggio lungolago si procede verso Nord e dopo poche centinaia di metri si svolta a sinistra su Via Santa Croce e con un lungo tratto su asfalto caratterizzato da numerosi saliscendi si arriva fino al paese di Villabalzana.
All’uscita del paese, si svolta sulla destra in Via Pure e si affronta una lunga e bella discesa, con alcuni tratti piuttosto tecnici nella parte finale, a causa del fondo di pietre smosse.
Ritornati sull’asfalto, si svolta a sinistra e con un’ultima breve ma dura rampa si arriva nei pressi del Monte Castellaro, da cui inizia l’ultima discesa (alcuni tratti poco ciclabili) che porta a Lumignano, da dove su asfalto si ritorna al punto di partenza.