Dals Lejs (Piz), Piz Alv e Piz Minor dalle Funivie del Diavolezza

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BR   [scala difficoltà]
esposizione: Varie
quota partenza (m): 2040
quota vetta/quota massima (m): 3049
dislivello totale (m): 1620

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: titty79
ultima revisione: 27/03/17

località partenza: Funivia del Diavolezza (Pontresina , Maloja )

punti appoggio: Funivia del Diavolezza

cartografia: kompass 93 Bernina

accesso:
Sondrio-Tirano-Poschiavo-Passo del Bernina - Funivie Diavolezza

note tecniche:
bella galoppata su tre cime non proprio vicine ma facilmente concatenabili, raggiungendo in questo modo un notevole sviluppo ed altrettanto dislivello complessivo…

descrizione itinerario:
Dal parcheggio della funivia del Diavolezza, scendere di qualche m. sulla strada, attraversare il torrente su di un ponticello e percorrere in direzione nord est il vallone del Fain fino a arrivare in prossimita’ all’Alpe la Stretta, 2427 m. e, senza raggiungerla, voltare verso dx, attraversare il torrentello e salire per dossi e pendii fino alla conca posta a quota 2580 m circa.
Da questa si aprono i due itinerari; per il Piz Alv (verso dx ) e per il Piz Minor e Piz Dals Lejs (in linea retta):

Per il Piz Alv:
continuare in direzione sud ovest, verso dx, costeggiando le ripidi pendici del Piz Minor , e tra dossi e pendii prendere la cresta che si percorre sul lato meridionale e che conduce alla cima, 2975 m.

Per il Piz Minor e Piz Dals Lejs:
proseguire in direzione retta, S, su un ripido pendio-canale e raggiungere un pianoro a circa quota 2830 m e, da questo, nuovamente, si biforcano gli altri due itinerari:

Per il Piz Minor:
proseguire sui ripidi pendii NE fino ad arrivare ad una selletta dalla quale verso sx si procede poi sulla facile cresta NW che porta all’ ometto di vetta, 3049 m.

Tornati al pianoro 2830 m, si risale verso l’ampia sella che unisce il Piz Minor al Piz Dals Lejs.

Per il Dals Lejs:
dall’ampia sella prendere la cresta NW inizialmente ripida, (potrebbero tornare utili i ramponi in caso di neve dura) poi spiana, si allarga, fino a raggiungere l’ometto di vetta 3041 m.