Via Postumia Tappa 2: da Latisana a Peschiera del Garda

difficoltà: T   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: Via Postumia
ultima revisione: 20/03/17

località partenza: Latisana (San Michele al Tagliamento , UD )

vedi anche: https://www.facebook.com/groups/319290031614676/

accesso:
A Latisana presente stazione ferroviaria.

note tecniche:
Questa tappa percorre il Veneto attraverso i seguenti paesi: San Michele al Tagliamento – Giussago – Concordia Sagittaria – San Stino di Livenza (FS) – Lorenzaga – Motta di Livenza – Gorgo al Monticano – Fratta di Oderzo – Oderzo (FS) – Rustignè – Levada di Ponte di Piave – Ponte di Piave – Viganovo – Salgareda – Romanziol – Noventa di Piave – Fossalta di Piave – Croce – Musile di Piave – Caposile – Portegrandi – Quarto d’Altino – Casale sul Sile – Lughignano – Casier – Treviso (FS) – Quinto di Treviso – Santa Cristina (Oasi di Cervara) – Badoere – San Marco di Resana – Castelfranco Veneto (FS) – Villarazzo – Castello di Godego (FS) – Galliera Veneta (FS) – Cittadella (FS) – Facca – Lobia – Campo San Martino – Piazzola sul Brenta – Camisano Vicentino – Rampazzo – Grantortino – Valproto – Quinto Vicentino – Vicenza (FS) – Sant’Agostino di Nogazzara – Valmarana - Brendola – Lonigo (FS a 5 km da Lonigo) – Madonna di Lonigo – Lobia – Gazzolo – Arcole – Zevio – Verona (FS) – Parona di Valpolicella – Nassar – Settimo - Pescantina – Pastrengo – Colà di Lazise – Peschiera del Garda (FS).

descrizione itinerario:
Via Postumia in Veneto (380 km). Attraversato il fiume Tagliamento si entra in Veneto, da San Michele si cammina verso Concordia Sagittaria (Julia Concordia romana), borgo stupendo (raggiungibile in treno da Portogruaro, e con bus o su ciclabile). Il cammino continua verso San Stino di Livenza (possiede stazione ferroviaria) e Motta di Livenza,altra perla. Lungo argini e sentieri si continua verso Oderzo (Opitergium Romana, possiede stazione ferroviaria), borgo tutto da scoprire, bellissimo.
Da Oderzo si scende verso Sud direzione Levada e Ponte di Piave, dove inizia la ciclabile verso Salgareda e Romanziol, qui il cammino si innesta sull'argine del Piave passando Noventa di Piave-Fossalta di Piave-Croce-Musile di Piave e tramite il Piave Vecchio ci conduce a Caposile, dove coi 9km di laguna arriveremo a Portegrandi, la Laguna è spettacolare.
Da Portegrandi il cammino risale verso Treviso,utilizzando la Ciclovia del Sile per tanti km(da Quarto d'Altino a Casale sul Sile usiamo ciclabile interna).Giunti a Treviso, Cittadina fantastica, il cammino prosegue sulla ciclovia Ostigliese fino a Badoere, dove tramite sentieri deviamo verso il borgo antico di Castelfranco Veneto (possiede stazione ferroviaria) e in seguito verso il borgo fortifivcto di Cittadella (possiede stazione ferroviaria,) si cammina nella storia e bellezza di questa regione.Da Cittadella la VP si dirige a Sud verso Campo San Martino (dove attraversiamo il fiume Brenta) e si arriva a Piazzola sul Brenta, altro gioiello. Da Piazzola ancora su Ostigliese ci incamminiamo verso Camisano Vicentino (prima di Poiana di Granfion la deviazione lungo argine del Torrente Ceresone).
La VP continua poi su ciclabile fino a QuintoVicentino, e su Argine fino all'ingresso di Vicenza, altra perla del nostro cammino.Da Vicenza il cammino sale sui Monti Berici e li attraversa, ritornando in pianura a Lonigo (altro borgo molto bello), e su sentieri prima e ciclabile poi si arriva seguendo il fiume Adige a Verona, una delle città italiane e non solo , più belle e ricche di storia. Sulla meravigliosa alzaia continuiamo verso Pescantina, attraversiamo l'Adige e dopo Bussolengo troviamo la ciclabile verso , dopo qualche km la lasceremo in direzione Pastrengo, e immersi nei vigneti dei colli del Garda giungeremo a Colà di Lazise per poi arrivare sul lungolago a Pacengo, da qui costeggiando la bella passeggiata si arriva a Peschiera del Garda, ultimo paese in Veneto, confine che troveremo appena passato il Santuario del Frassino.

LATISANA - CONCORDIA SAGITTARIA - 25 km
Salire sul ponte sul Tagliamento, alla fine del ponte svoltare a sinistra in Via Marango e a destra in Via Marco Polo. Svoltare a sinistra in Via Gobbato e successivamente a destra in Via Giovanni XXIII . Farla tutta fino a trovare il Corso del Popolo, girare a sinistra e continuare fino a svoltare a destra in Via Dante Alighieri.
Proseguire diritto fino a Via Einaudi, davanti allo stadio, svoltare a sinistra e subito a destra in Via Comugne.
Proseguire sempre diritto fino a trovare su guard rail prima di ponticello la freccia verso sinistra, in Via Reganazzo (inizialmente asfaltata e poi sterrata) continuare sempre su questa via sterrata fino a ritornare sull'asfalto, dove si svolta a destra e subito a destra dopo il ponte, e continuare diritto fino alla discarica.
Dopo la discarica girare a sinistra, seguire il sentiero fino all'asfalto, girare a destra e subito a sinistra nel primo sentiero tra i campi (attraversare sbarre), attenzione, giunti ad un albero, svoltare a destra tenendo come riferimento il campanile di Giussago.
Dopo questa svolta a destra vediamo le case del paese, tornati sulla via asfaltata girare a sinistra, alla seconda traversa a destra in Via Taliercio, e continuare in Via Tobagi prima e a destra in Via Pertini dopo.
Arrivati davanti al bar svoltare a sinistra verso il campanile, oltrepassare e continuare in Via Mocenigo verso il cimitero, deviare a sinistra nel primo sentiero sterrato ghiaioso verso un gruppo di case vecchie alla nostra sinistra, seguirlo tutto fino a ritrovare la strada in Via Serrai, girare a destra e continuare fino a trovare delle case dinnanzi a noi con un parcheggio davanti, girare a sinistra davanti alle case e ancora a sinistra, poco dopo inizia uno sterrato alberato.
Andare sempre diritto fino all’incrocio con Via Confine, svoltare a destra e continuare diritto fino a passare davanti al radar (grossa sfera bianca), arrivati davanti al canale svoltare a sinistra in Via Nogaredo e proseguire fino al primo ponte, girare a destra e proseguire ancora a destra, passare davanti a base militare, seguire sempre il corso del canale, dopo una curva a sinistra girare a sinistra alla seconda strada, verso il paese.
Allo stop svoltare a destra in Via Aquileia e proseguire diritto fino al fiume Lemene, in vista del centro di Concordia Sagittaria, attraversare il ponte, svoltare a destra verso la basilica, subito a sinistra e arrivare nella bella piazza.

CONCORDIA SAGITTARIA - MOTTA DI LIVENZA - 20 km
Dalla basilica, spalle ad essa, andare diritto e, attraversata la strada, andare a destra in Via San Pietro, girare a sinistra in Via Spareda e a destra alla seconda traversa in Via Sagitta, continuare su Via Basse, successivamente su Via Pontecasai e girare alla fine di questa in Via Arzinutti a sinistra.
Continuare sempre diritto su via Arzinutti, girare a sinistra alla prima traversa e a sinistra dopo il ponte con freccia, in un viale alberato, in fondo girare a destra dopo la casa, girare a sinistra verso il fiume e poi due volte a destra - frecce gialle su guard rail e retro cartello stradale.
Continuare sempre diritto su Via Torba fino al ponte sul fiume Loncon, svoltare a destra e alla prima traversa a sinistra, andare fino in fondo alla via incrociando Via Condulmer (ottimo bar dall’altra parte della statale). Svoltare a destra e continuare parallelo alla statale sempre in Via Condulmer, arrivati ad una curva a sinistra andare a destra e subito a sinistra seguendo l’argine.
Arrivati in Via Tre Ponti svoltare a sinistra e procedere diritto fino alla rotonda , oltrepassarla diritto (sulla sinistra avremo il Penny Market) e svoltare alla prima via a destra, Via Vanoni, per poi girare a sinistra in Via Annia e seguirla tutta fino all’argine del fiume Livenza. A sinistra si va ad un alloggio, a destra si continua il cammino in Via Zoccat, poi diritto in Via Stazione e a sinistra in Via De Filippo.
Arrivati in Via Delle Rose svoltare a destra e subito a sinistra nella ciclabile, continuare a destra in Via Gonfi verso il campanile. Giunti davanti alla chiesa continuare su Via Fratelli Martina, Corso del Donatore e Via Marconi fino al ponte pedonale, finito il quale seguiremo a sinistra l’argine del fiume fino alla diga, passeremo sul ponte pedonale e continueremo diritto lungo l’argine opposto in Via Treviso , poi di seguito in Via Cascata fino ad arrivare al bivio con Via Furlana.
Svoltare a sinistra e seguire fino alla chiesa di Lorenzaga. Salire sull’argine in Via Saccon di Lorenzaga e continuare sempre su ciclabile sull’argine fino al ponte in ferro di ingresso a Motta di Livenza.
Svoltare a sinistra sul ponte, ancora a sinistra dopo il ponte e a destra in discesa verso il porticciolo. Salire sulla rampa a sinistra ed arrivare in Via Squero, andare a sinistra verso il duomo e godersi il bel centro del paese. Dirigersi verso l’ospedale in Via Borgo Gerolamo Aleandro, poi in Viale della Madonna.

MOTTA DI LIVENZA - LEVADA DI PONTE DI PIAVE - 24 km
Tenendo come riferimento l’ospedale, prima del quale troveremo il Santuario della Madonna dei Miracoli che merita una visita, continuare in Via Bello dopo il santuario a sinistra, passare davanti all’ospedale e continuare diritto, dopo una curva a destra si continua su ciclabile e si giunge davanti ad un parcheggio, attraversarlo e andare verso la rotonda, superarla andando diritto e dopo il ponte sul fiume Monticano girare a destra e seguire il corso del fiume.
Andare diritti in Via Sala di Sotto, poi in Via de Gasperi, continuare ancora in Via Sala di Sotto fino ad incrociare la sp 19, girare a destra, attraversare il fiume e continuare sulla provinciale, fare attenzione !!! Passare sul lato pedonale a sinistra e dopo il sottopasso entrare nel parco del Monticano, seguire sentiero a sinistra verso argine e seguirlo verso destra, continuare su argine fino dopo la zona industriale, arrivati al ponte continuare diritto su sentiero fino a un bivio, seguire in discesa il sentiero di destra e andare diritto nel sentiero alberato.
Continuare fino a Via Le Basse, andare diritto, arrivati all’incrocio girare a sinistra in Via Comunale di Fratta e seguire verso la chiesa dopo la sede CAI. Passare la chiesa su sentierino e salire sull’argine, non salire sul ponte sul fiume, continuare a destra sull’argine fino al primo ponte, passarlo andando diritto fino al secondo ponte e svoltare a sinistra per entrare a Oderzo davanti al duomo.
Sul lato sinistro del duomo, da Piazza Grande seguire per Via Mazzini, svoltare a destra in Via Garibaldi e continuare diritto fino a trovare un’edicola sulla destra e la ciclabile davanti, andare diritto su quest’ultima, fare il sottopasso e continuare sempre diritto sulla sr53 (via Postumia) seguendo la ciclovia.
Quando ci si trova a fine ciclabile svoltare a sinistra in Via Fornase II tronco, dopo due case svoltare alla ciclovia a destra e continuare fino alla grande rotonda, sempre su ciclabile, oltrepassarla andando diritto e, giunti al semaforo, girare a sinistra in Via Comunale di Rustigne’. Andare diritto fino alla chiesa, dinnanzi a questa svoltare a destra e continuare in Via per Levada, continuare diritto in Via Postumia di Rustigne’, arrivati alla piccola rotonda proseguire diritto fino all’incrocio con Via della Vittoria.

LEVADA DI PONTE DI PIAVE - MUSILE DI PIAVE - 31 km
Da Via della Vittoria proseguire diritto in Via Chiodo, continuare diritto fino a Via Grassaghella dove svolteremo a destra(prima della centrale elettrica).
Fare tutta questa via fino alla strada regionale Postumia, attraversare la strada e continuare a sinistra su ciclabile fino ad entrare in Ponte di Piave, qualche metro prima dei carabinieri svoltare a sinistra attraversando al semaforo (passare a sinistra di Dormilandia) continuare fino al parcheggio e continuare in Via Borgo Torino diritto (no a destra) fino a Viale Veneto, svoltare a destra e continuare su ciclabile fino a Salgareda.
Andare sempre diritto su questa ciclabile fino a vedere la Veneto Banca, cambiare lato strada e seguire ancora la ciclabile fino alla prima rotonda, svoltare a destra ed entrare in Via Conche, farla tutta, continuare in Via Romanziol, alla rotonda andare diritto, e proseguire diritto. Sempre su ciclabile arrivare in Via Sant’Antonio (bar e ristorante) svoltare a destra ed entrare nel sentiero davanti (pannelli didattici sulla guerra e fontana). Diritto fino al sentiero sterrato in ghiaia su argine, svoltare a sinistra e seguire tutto tenendo come riferimento il campanile a punta di Noventa di Piave.
Prima di arrivare a Noventa si passa sotto l’autostrada, continuare sempre sulla parte alta dell’argine, continuare fino al parco fluviale, andare in discesa a destra e continuare verso sinistra su sentiero davanti alla porta ingresso paese (entrare dalla porta se si va in questo alloggio).
Continuare su sentiero tenendo a sinistra la porta ingresso paese (dopo qualche centinaio di metri inizia un sentiero alberato) percorrerlo fino alla fine, incrociata la sp48, svoltare a destra e dirigersi verso il ponte a pedaggio, oltrepassare il fiume, seguire la strada, curva a destra e in fondo alla salita svoltare a sinistra sull’argine in Via Gonfo.
Andare sempre diritto fino a discesa sulla destra sempre in Via Gonfo, seguirla e continuare diritto in Via Treviso fino allo stop sulla sp50, continuare diritto in Via croce verso il campanile, svoltare a sinistra (capitello sulla piazzetta) in via bosco, fare tutta la via, continuare in Via Morosina, attraversare tutta la zona industriale ed arrivare in Via Emilia, svoltare a sinistra e proseguire fino a Via Mincio.
- Da qui si consiglia la variante (NON SEGNALATA) per Quarto d’Altino finché non saranno finiti i lavori sulla ciclabile Caposile-Portegrandi: Arrivati all'incrocio tra Via Mincio e Via Case Bianche (Musile di Piave), il cammino andrebbe a sinistra verso Musile di Piave, la Variante( fino a quando la ciclovia non sarà finita) prosegue diritto per 700 metri, arrivati in Via Millepertiche continuare a destra per km 7,3. Arrivati alla SS14, svoltare a sinistra (fare molta attenzione), proseguire per 500 metri, svoltare a destra in direzione Meolo e subito a sinistra in Via Terra Nuova per km 1,7. Giunti al bivio con Via della Chiesa, svoltare a destra e continuare per km 2. Svoltare a sinistra in via Nuova e continuare per km 3, fino ad arrivare all'argine del fiume Sile, svoltare a destra e continuare su Via Sile per km 4,arrivare fino al ponte sul fiume e seguire le indicazioni per Quarto d'Altino, alla fine del ponte ritroveremo le frecce gialle della Via Postumia.
- Percorso segnalato ma non praticabile fino alla fine dei lavori: svoltare a destra e a sinistra in Via Case Bianche verso il paese di Musile di Piave. Arrivati allo stop continuare diritto sempre in Via Case Bianche fino a incrociare Via Martiri, svoltare a destra e poco dopo (cappella su angolo ) a sinistra in Via Intestadura. All’incrocio con Via XXIX Aprile andando a sinistra si va in centro paese con tutti i servizi).

MUSILE DI PIAVE - CASALE SUL SILE - 29 km
Continuando invece in Via Intestadura sul cammino, svoltare alla prima via a destra, Via Piave Vecchia. Continuare diritto fino all'argine ciclabile e continuare seguendo sempre il corso del fiume fino a giungere in Caposile, dove, svoltando a sinistra, attraverseremo il ponte di barche.
Girare a destra in Via Salsi e continuare sempre diritto fino alla laguna, farla tutta e giungere al porto di Portegrandi, passare sul ponte e svoltare a destra. Continuare seguendo il corso del fiume Sile, dopo la curva a sinistra seguire la ciclabile, fare sottopasso e arrivare in Via Trieste, svoltare a sinistra e andare diritto , sul cammino si trova un alloggio, il secondo dista un centinaio di metri dal cammino. Continuare diritto oltrepassando la chiesa e finita la ciclabile svoltare a destra in salita sul sentiero sterrato, da qui inizia la ciclovia del Sile che seguiremo fino ad incrociare Via Roma a Quarto d'Altino.
Qui lasciamo l'argine del fiume e si continua sulla ciclabile in Via Roma, in seguito continuare su Via San Michele fino ad arrivare al bivio con Via Riviera Fornaci, svoltare a destra e proseguire seguendo il fiume fino a incrociare Via Scheo, svoltare a sinistra per centro paese e servizi.

CASALE SUL SILE - QUINTO DI TREVISO - 17 km
Da Via Scheo continuare lungo l’argine seguendo il fiume, giunti in Via San Nicolò ci si allontana dall’argine, continuare fino a incrociare Via Belvedere, svoltare a destra e subito a sinistra in Via Garibaldi, dopodichè svoltare a destra in Via Nuova Trevigiana Casale e su ciclabile proseguire diritto, passare la prima rotonda , continuando diritto e svoltare alla prima strada a destra, Via Vicinale Rivalta. Seguirla per qualche centinaio di metri e svoltare alla prima a sinistra, seguendo le indicazioni della ciclabile del Sile.
Seguire la ciclabile fino a Via Saccon, svoltare a sinistra verso il campanile della chiesa di Lughignano, svoltare a destra in Via Chiesa di Lughignano e dopo curva a sinistra subito a sinistra per continuare sulla ciclovia. Continuare su ciclabile fino a Casier, e continuare sempre su ciclovia lungo l’argine fino a dopo il cimitero delle barche, dopo restera in legno svoltare a destra in Via Tappi, e ancora a destra sul ponte per poi andare a sinistra lungo l’argine opposto. (se si va a destra si va in centro a Silea).
Continuare seguendo il corso del fiume fino a Treviso. Per l’accoglienza andare in centro dopo Ponte Dante a destra, mentre per continuare il cammino passare da Riviera Garibaldi a Riviera Santa Margherita sul ponte , andare a destra , e arrivati in Via Roma svoltare a sinistra davanti alla stazione.
Continuare verso destra in Viale Orleans e svoltare a sinistra in Viale Cacciatori. Continuare su Strada Sant’Angelo, fino a trovare l’ingresso della ciclovia che si trova sulla destra, al fianco una cappelletta, e davanti un ponte in legno.
Fare tutta la ciclovia fino a Via Noalese, svoltare a sinistra e poi a destra in Via Menegazzi. Svoltare a sinistra in Strada Boiago e continuare sempre diritto fino a Via dell’Aeroporto, dove si svolta a destra e subito a sinistra e si trova l’ingresso della ciclovia Treviso-Ostiglia(secondo sentiero a sinistra) . Continuare diritto fino a incrociare Via San Cassiano. Per il centro paese svoltare a sinistra.

QUINTO DI TREVISO - CASTELFRANCO VENETO - 17 km
Continuare in via Baracca (allo stop di Via Piave a destra e subito a sinistra) continuare sulla Ostigliese fino all'incrocio con Via Zeriolo, svoltare a destra in Via Molin Cappello Sud e continuare fino a Via Marconi, svoltare a sinistra ed entrare in Badoere, svoltare a destra seguendo le indicazioni per la "rotonda", alla fine della piazza svoltare a sinistra in Via Palazzo e a destra in Via Marcello.
Svoltare alla prima a destra in Via Rialto e andare diritto fino al primo sentiero a sinistra, svoltare e continuare fino ad arrivare in Via Munaron, svoltare a destra e a sinistra al primo sentiero.
Seguire il sentiero fino al bivio, prendere il sentiero di sinistra e seguirlo. Oltrepassare il primo bivio e proseguire lungo il fiume Zero, giunti in Via Santa Brigida continuare diritto e svoltare alla seconda strada a sinistra (la prima e' quella del parcheggio), seguire il sentiero, dopo il b&b Borghetto del Sile sulla sinistra, svoltare a destra e continuare fino al bivio, seguire a sinistra e a destra in Via Gallinelle fino alle case di San Marco.
Continuare in Via Kennedy, Via Cadorna e Via Piave sempre diritto. Al bivio in Via Resana svoltare a destra, e alla prima in Via Moretto a sinistra, facendola tutta fino a Via Loreggia di Campigo, parallela alla ferrovia. Allo stop a sinistra in Via De Amicis, continuare diritto e dopo la rotonda svoltare a destra in Via Zanella, davanti al parco seguire a sinistra e a destra in Via Giusti, fare il sentiero ciclabile, poi a sinistra in via Manzoni e a seguire, a sinistra in Via Malvolta. Continuare diritto fino al bivio con Via Piacentini, poi a destra e passare nel sottopasso ferroviario, proseguire diritto in Borgo Pieve fino al centro storico di Castelfranco Veneto con le sue mura.
Andare verso la torre e svoltare a sinistra entrando nel borgo fortificato verso il duomo, svoltare a destra in Via Garibaldi e usciti dalle mura, attraversando la strada seguire verso sinistra per Via Borgo Monte Grappa, farla tutta, dopo curvone a sinistra e prima della rotonda inizia a destra la ciclovia, seguirla tutta fino a Villarazzo.

CASTELFRANCO VENETO - CITTADELLA (Facca) - 29 km
Davanti alla chiesa, seguire il sentiero a sinistra, passare sul ponte e svoltare a sinistra seguendo il fiume. Continuare sul sentiero sempre diritto, passare davanti a Villa Caprera e continuare lungo l’argine fino Via San Pietro, svoltare a sinistra e a destra in Via Quirini. Svoltare a sinistra in Via Castello e oltre l’incrocio in Via Marconi, allo stop diritto in Via Grande (attenzione). Continuare diritto uscendo dal paese, dopo il passaggio a livello diritto, poi svoltare a sinistra in Via Motte, e svoltare nel primo sentiero sulla destra (adesivo su centralina). Andare avanti e dopo il primo capannone a sinistra in Via Postumia, proseguire su Viottolo Postumia, poi a destra al cartello di precedenza. A sinistra in Via dei Martiri, e alla prima a destra in Vicolo Marmolada. Davanti alla casa svoltare a sinistra e seguire il sentiero, Via Terminetto, poi diritto e poi a destra al primo sentiero passando davanti a una casa bianca civico 3, fino ad arrivare in Via Ca Bertoncello, svoltare a sinistra, alla prima a destra e alla prima a sinistra in Via Sant’Antonio fino a Viale Europa dove si va a sinistra. Attraversare la statale entrando nel sentiero, ed arrivati in Via Roma svoltare a destra e proseguire fino alla chiesa dopo la quale svoltare a sinistra e continuare in Via Marconi (prima a destra dopo piazzetta). Allo stop svoltare a sinistra in Via Villetta e a destra in Via San Giacomo, davanti alla Cappelletta di Santiago svoltare a sinistra, passare davanti alla chiesa di San Giacomo in Via Don Guido Manesso e continuare verso destra in Via Villetta, continuare su Via Monte Grappa, passare i binari col sottopasso (se in bici fare il giro della stazione su ciclabile) e al semaforo svoltare a destra in Via Mantegna. Alla terza via a destra in Via Boschetto e al primo sentiero a sinistra, attenzione, il sentiero dopo un capannone diventa poco tracciato, passare vicino alle piante a sinistra e svoltare a sinistra verso le case e la strada. Tornati in Via Mantegna a destra e continuare fino alla rotonda, poi a destra e attraversando la strada svoltare a sinistra nel primo sentiero, poi a destra prima delle case e arrivare in Via Tiso da Camposampiero. Svoltare a sinistra e alla prima a destra in Via Rometta, continuare fino al sottopasso oltre il quale svoltare a sinistra in Via Borgo Treviso e continuare sempre diritto fino a Cittadella, entrare dalla porta del borgo fortificato. Continuare diritto in Via Indipendenza dopo il duomo, a sinistra poco prima delle mura dopo il municipio, poi a sinistra dopo l’anfiteatro, continuare su Via Castelan e a destra in Via Graibaldi. Continuare su Via Borgo Padova e su ciclabile andare fino a Facca.

CITTADELLA - CAMISANO VICENTINO - 24 km
Il cammino riprende da Via Nicoletti, quindi tornare alla chiesa di Facca, svoltare a destra in Via Facca e a sinistra in Via Nicoletti appunto. Fare tutta la via, svoltare a sinistra in Via Capitello , attraversare la sp67, a destra e subito a sinistra in Via Campanello, continuare diritto fino ai laghetti per pesca sportiva in Via delle Sorgenti, svoltare a sinistra e proseguire in Via III Millennio, allo stop in Via Bolzonella svoltare a sinistra e davanti alla chiesa a destra in Via Cogno. Proseguire diritto , continuare in Via Terraglione fino ad incrociare Via Sant’Antonio, svoltare a sinistra e subito a destra in Via Persegara. Fare tutta fino a mulino, svoltare a sinistra e subito a destra in Via Lungo Brenta. Fare tutta, continuare su Via Brenta, fino a Campo San Martino, poco prima della chiesa sulla destra svoltare sul sentiero ciclopedonale sterrato fino al ponte sul fiume Brenta. Sul ponte svoltare a destra e di seguito a sinistra dopo il ponte continuare diritto fino al paese di Piazzola sul Brenta. Dopo Via XX Settembre svoltare sulla ciclabile a sinistra fino a ritrovare ciclovia Ostigliese e svoltare a destra. Percorrerla fino ad altro ponte su fiume Cereson e svoltare a destra seguendo l’argine, fare tutto fino a Via Pomari sulla destra, seguirla fino all’ ingresso paese di Camisano Vicentino. Dopo Via Pomari continuare su Via dei Fanti diritto, e in Via Garibaldi, alla rotonda svoltare a sinistra e subito a destra in Via Stadio. Fare tutta, al bivio svoltare a destra in Via Aldo Moro, fare la curva a destra e salire sull’ argine, svoltare a sinistra e proseguire fino a incrociare Via Canove.

CAMISANO VICENTINO - ABBAZIA SANT’AGOSTINO - 35 km
Continuare sull’ argine fino ad arrivare in Via Peraroli nel paese di Rampazzo, svoltare a sinistra in Via Chiesa Rampazzo e continuare diritto, dopo il mulino ancora diritto e continuare su Via Grantortino , poi su Via Palladio, al bivio con Via de Tacchi svoltare a destra , seguirla tutta fino ad arrivare in Via Garibaldi, svoltare a destra e subito a sinistra sull’ argine destro del torrente, seguire il sentiero fino al Ristorante Le Macine, continuare diritto in Via Abaco, al bivio seguire a destra e fare tutto il sentiero fino a Via Gualdinella, svoltare a sinistra, e continuare fino a incrociare Via Piave, attraversare e continuare su Via Muttona , svoltare a destra e seguire la pista ciclabile. Siamo nel paese di Quinto Vicentino.
Seguire la ciclabile fino alla rotonda, svoltare a sinistra e continuare su Via degli Eroi facendola tutta fino al comune di Quinto, svoltare a sinistra, salire sul ponte e continuare sull’ argine destro del fiume.
Farlo tutto fino a incrociare Via Po, attraversare e continuare diritto su Via Tribolo e poi sull’ argine. Seguire sempre il sentiero fino ad arrivare a Via Ca Balbi (a destra avremo un discount). Svoltare a sinistra, e continuare fino alla parrocchia in stile moderno, svoltare a destra in Via Carlo Borgo, e a sinistra in Via Schiavo, allo stop andare a sinistra e subito a destra usufruendo delle ciclabili.
Continuare diritto in Via Generale Dalla Chiesa, giunti ad un sottopasso, non prenderlo, ma continuare alla sua sinistra, fare curva a sinistra e arrivati al semaforo andare diritti. Iniziare altra ciclabile, continuare fino a prendere sottopasso a sinistra per giungere in Strada degli Alidosio, continuare su questa strada, svoltare alla prima traversa a destra in Viale Martiri delle Foibe. Fare tutta fino alla rotonda, svoltare a destra in Strada di Casale, e continuare, parallelo ai binari verso sinistra.
Giunti alla grande rotonda seguire in salita verso sinistra, non andare verso l’universita’, ma dirigersi verso l’edificio color mattone in alto davanti a noi. Sempre sulla ciclabile continuare, passare davanti a market e arrivati ad altro incrocio continuare diritto in discesa in Contra’ Santa Caterina, ormai siamo nel centro di Vicenza. Continuare in Via Chinotto e svoltare a sinistra in Contrada San Silvestro, arrivati al semaforo, a destra in discesa si va in centro citta’ e alla stazione, diritto in salita si continua su Viale X Giugno, verso il Santuario di Monte Berico.
Arrivati al primo bivio seguiamo a sinistra e facciamo tutto il camminamento sotto i porticati fino ad arrivare al Santuario, merita uno sguardo dall’alto la citta’ dal Piazzale della Vittoria, sulla destra. Continuare su Viale X Giugno, prima in salita e poi in discesa, fino a passare il Museo del Risorgimento, svoltare alla prima traversa a destra in Via Ferdinando Maria Mantovani. Continuare sempre su questa via fino a quando diviene un sentiero con tornanti in serie, curva a destra, sinistra, destra, sinistra…. Continuare sul sentiero in piano, svoltare poi a sinistra al primo bivio. Seguire il sentiero parallelo all’ autostrada, fino a trovare il sottopasso in Via Ponte Quarelo, svoltare a sinistra e subito a destra in Via Valdorsa. Arrivare in Via Sant’Agostino e svoltare a sinistra fino all’abbazia.

ABBAZIA SANT’AGOSTINO - LONIGO - 33 km
Proseguire diritto dopo l’Abbazia, svoltare a destra alla prima traversa in Via Monte Grappa, continuare fino alla seconda salita a sinistra, poco dopo la salita in asfalto, se pulito, sale un bel sentiero per chi è a piedi, altrimenti usare la strada, sentiero e strada si raccordano in alto. Sulla salita si trova un bivio, svoltare a destra e al successivo ancora a destra proseguendo in Via Monte Corno, continuare in Via XXV Aprile, svoltare a sinistra in Via Europa, proseguire su Via Risorgimento e Via Costa Lunga sopra sulla destra.
Arrivati in Via Risorgimento svoltare a sinistra e salire fino al sentiero a destra dopo la curva, questa e’ la parte piu’ difficile della tappa, fattibile anche in bici ma con attenzione. Essendo nel bosco fare attenzione alle deviazioni, la nostra direzione è per la zona addestramento cani, seguire sempre il sentiero centrale fino a trovare dei tronchi orizzontali dinnazi a noi e un trivio , svoltare nel sentiero di sinistra guardando il tronco, tenere la via centrale senza mai svoltare fino al canile, continuare diritto fino a Case Bedin e svoltare a sinistra, fino ad arrivare a Via Dei Monti Comunali, svoltare a destra e continuare in discesa, arrivati al bivio andare diritto, davanti a noi la Rocca (possibilita’ di spezzare la tappa andando a dormire all’eremo, in questo punto troviamo i cartelli).
Giunti al curvone a sinistra, seguire invece la discesa sulla destra in Via Pio XII fino ad arrivare davanti alla bella chiesa di Brendola. Guardando la chiesa, sulla destra ci sono delle scale, scendere per queste e svoltare a sinistra in basso, svoltare a destra in Via Roma e a sinistra in Via Firenze fino a incrociare la sp 12, attraversarla e andare diritto, seguire questa strada fino ad incrociare Via Dante Alighieri, svoltare a destra e davanti alla casa svoltare a sinistra nel sentiero. Farlo tutto e arrivati ad un canale , passarlo e seguirlo tenendolo a sinistra fino alla strada. Svoltare a destra e proseguire fino al bivio, svoltare a sinistra e seguire Via S .Vito.
Continuare tenendo la destra in salita fino alla chiesa, seguire la strada sulla destra in piano, Via Lampertico, continuare tutto il sentiero fino a trovare sulla sinistra la fonte, continuare a destra verso le case, svoltare nel cortile a sinistra e poi a destra in discesa. Svoltare a sinistra in Via Cavecchie e continuare diritto proseguendo in Via San Gaudenti e svoltando alla prima strada a destra in direzione Meledo.
Continuare fino a trovare Villa Alighieri a destra, svoltare allora a sinistra in salita sempre in Via San Gaudenti, al bivio continuare a destra , e salire fino a trovare sulla destra un sentiero (frecce gialle , attenzione!) il sentiero e’ stretto e irto, chi vuole puo’ continuare su strada e svoltare a destra in Via Ca Lombarda ,fino a ritrovare le frecce gialle. Per coloro che fanno il sentiero, attenzione al primo bivio salire a sinistra!! Poi seguire le frecce gialle e il sentiero CAI.
Dal sentiero, arrivati su strada, svoltare a sinistra e giunti in Via Ca Lombarda svoltare a destra, seguirla tutta fino a Via Meledo Alto, svoltare a destra e al primo bivio a sinistra. Iniziato il sentiero si trova un bivio, seguire la salita verso sinistra e poi il sentiero alberato a destra, fare tutto fino a Via Ca Vecchia, svoltare a destra in discesa e dopo curva a sinistra davanti a case.
Seguire il sentiero sterrato, al bivio svoltare a sinistra, continuare in salita e lasciandosi la casa sulla sinistra proseguire diritto verso l’altra casa a destra, proseguire in discesa e svoltare a destra in Via Carbonarola.
Continuare diritto, all’incrocio continuare diritto in Via Ca Vecchia in Via Monte Calonghe e poi in Via Monte Pimpo, fino ad una serie di tornanti dopo i quali svoltare a destra in un sentiero, farlo tutto tenendo la strada bassa fino a ritrovare asfalto in Via Scaranto Sordina. Continuare diritto, allo stop andare diritto in Via San Daniele arrivando davanti al parcheggio del convento.

LONIGO - ZEVIO - 35 km
Passato il convento continuare diritto e svoltare a sinistra in Via Giovannelli, continuare diritto in Via Sisana, svoltare a destra in Via Circonvallazione e a sinistra in Via Trieste. Giunti in Via Roma svoltare a destra e continuare sempre diritto fino al Piazza Garibaldi, svoltare a sinistra sotto i portici e continuare diritto in Via Pontedera passando davanti alla chiesa del redentore, passare il ponte e continuare su ciclabile fino al Santuario dei Miracoli (Via San Giovanni e poi Via Madonna ).
Continuare diritto sempre su Via Madonna , poi in Via Pavarano fino a trovare sentiero a destra (in corrispondenza di Via Villaraspa sulla sinistra), seguire il sentiero arrivati davanti al canale andare a destra e oltrepassare il canale sul ponte, continuare diritto fino in fondo, trovato un sentiero piu' grande svoltare a sinistra e continuare fino alla strada, attraversarla e andare verso destra, prendendo il primo sentiero a sinistra, seguirlo tutto fino ad arrivare al cimitero, svoltare in strada a sinistra in Via Guiotto e farla tutta fino all’inizio paese. All'incrocio svoltare a destra in Via Lobbia Vicentina, continuare in Via Lobbia e usciti dal paese svoltare a sinistra in Strada della Selva, continuarla tutta fino al paese di Gazzolo.
Alla rotonda continuare diritto in Via Chiesa, svoltare a destra in Via Belvedere e continuare su questa via fino al sovrappasso, continuare diritto fino alla rotonda, svoltare a sinistra in Via Molinazzo fino a centro paese di Arcole. Alla rotonda svoltare a destra e subito a sinistra in Via Abazzea, subito dopo a destra in Via Garibaldi, arrivare davanti alla chiesa di San Giorgio e continuare a destra in Via Rosario verso l'obelisco napoleonico.
Passato il ponte sul fiume, svoltare a sinistra sull’ argine destro e seguire la ciclabile. Arrivati ad incrociare la strada, svoltare a destra e subito su strada a sinistra seguendo ancora la ciclovia dell'Adige. Continuare sulla ciclabile fino a passare sul ponte con diga sul canale Leb, continuar e ancora sulla ciclovia fino ad arrivare in Via Porto, continuare diritto fino a curva sulla sinistra, seguirla in direzione Zevio. Passato il secondo canale ( SAVA), svoltare a destra in Via Magazzino idraulico e continuare poi in Via Diga, percorrere tutta fino al ponte Perez, a sinistra si va in centro al paese di Zevio con tutti i servizi.

ZEVIO - VERONA - 23 km
A Zevio, dal Ponte Perez, per il cammino continuare diritto sulla ciclovia dell’Adige, arrivare alla diga e continuare su ciclabile. Unica deviazione a sinistra verso Bosco Buri, sempre vicini al fiume , un parco con panche e fontana. Usciti dal parco, continuare su Via Buri Bernini tenendo la sinistra, svoltare a sinistra alla prima traversa, proseguire sul sentiero, passare il ponticello in ferro sulla sinistra e continuare su sentiero, fino al ponte, (Ponte San Pancrazio) passare nel passaggio sotto il ponte e continuare.
Seguire il corso del fiume fino all’ingresso di Verona. Passati sotto l’arco del ponte che ci immette su Lungadige Galtarossa, continuare diritto sempre con il fiume alla nostra sinistra, continuare su Lungadige Porta Vittoria, Lungadige Sammicheli, Lungadige San Giorgio, Lungadige Matteotti, Lungadige Campagnola per arrivare dinanzi al Ponte Scaligero.

VERONA - PASTRENGO - 26 km
Dal ponte di Castelvecchio (ponte Scaligero) svoltare a sinistra, verso Lungadige Cangrande (una discesa a sinistra porta sull’argine del fiume) , e poi verso destra costeggiare l’Adige fino a al primo semaforo, passarlo e tornare sull’argine basso , continuare fino alla diga. Risalire su strada e scendere dopo il ponte della diga.
Fare tutto lungo il fiume senza mai deviare fino all’ entrata di Pescantina. In paese tutti i servizi. Continuare su lungadige Giacopini fino alla fine, e arrivati ad una piazzetta con parcheggio, immettersi sulla strada destra parallela al lungadige (Via Ponte). Proseguire fino al semaforo e girare a sinistra sul ponte, stando sul lato destro attraversare il fiume. Dopo il ponte girare a destra rimanendo sul lato destro.
Proseguire sempre diritto fino ad arrivare ad una rotonda, (Via Citella) e continuare diritto fino ad un’altra rotonda, prendere la prima a destra (Via Santa Maria) e arrivati al primo incrocio tenere la destra prosegendo per Via Ospedale, farla tutta passando davanti all’Ospedale, girare a sinistra e proseguire diritto fino alla rotonda (davanti a noi la Chiesa).
Alla rotonda girare a destra in Via Roma, proseguire diritto oltrepassando l’incrocio con il semaforo in fondo alla via, andare ancora diritto (alla nostra destra una centrale Enel) e dopo circa 100mt girare a destra, passare sopra il ponte dul canale e subito giù dal ponte a sinistra imboccare la ciclovia dell’Adige, continuare sempre diritto per qualche km. Svoltare a sinistra al secondo ponte, e subito dopo a destra, arrivare fino alla curva a sinistra (cancello in ferro a destra ) fare curva a sinistra e subito salire sul sentiero ciottolato ancora a sinistra, fare tutto fino ad arrivare a un vigneto, svoltare a destra (ci sono due strade che portano allo stesso punto) e continuare verso le case, continuare su strada ed arrivare in Via Fontane, in discesa a sinistra della chiesetta.
Continuare diritto in Via Fontane , seguire a destra e arrivare in Via Rovereto, girando a sinistra si va in centro al paese con tutti i servizi, svoltando a destra in Via Pontara si continua sul cammino.

PASTRENGO - PESCHIERA DEL GARDA - 34 km
Continuare su Via Pontara, al bivio svoltare a destra in via localita’ Corne’ di Pastrengo , fino alla fine della via , svoltare a sinistra in localita’ Corne’ di Piovezzano, e continuare diritto fino a passare sul cavalcavia sull’autostrada. Passato il cavalcavia andare a sinistra in Localita’ Carlotte, svoltare a destra e alla fine della discesa svoltare sulla strada sterrata a sinistra, continuare a destra al primo bivio in Strada Carlotte e andare diritto fino alle case.
Andare avanti sempre su sentiero fino a trovare ponte , attraversarlo e subito dopo la discesa andare a sinistra, fare una curva a gomito a destra e continuare diritto in Strada della Croce. Continuare questa strada fino al bivio con Via Pergole, svoltare a sinistra fino a passare davanti all’asilo nido Girasole.
Continuare sempre su Via Pergole fino alla sp 5 , svoltare a destra, attraversare la strada davanti alla chiesa (attenzione ) e continuare verso destra in discesa fino alla deviazione sulla sinistra in strada delle Saline. Sempre in discesa continuare fino al primo bivio, svoltare a sinistra e seguire il sentiero puntando il campanile della chiesa di Cola’ di Lazise.
Arrivati in Via Croce, svoltare a sinistra (semaforo, attenzione!) e dirigersi verso il centro paese, tutti i servizi. In fondo alla salita svoltare a destra e subito a sinistra in Via Valle e continuare sul sentiero a destra, seguire tutto il sentiro maggiore fino ad arrivare al bivio, due grossi alberi fanno da cancello di ingresso a sinistra, in terra freccia gialla.
Passare tra gli alberi e seguire fino al cancello, se chiuso passare a sinistra per raggiungere altro sentiero, svoltare a destra fino alla strada asfaltata. In Strada delle Greghe svoltare a sinistra e continuare diritto in Via Mantovanella, svoltare a sinistra in Via Belvedere, continuare su Strada della pelarola e svoltare a destra in Strada della Fontana , arrivare davanti all’ Oasi del Pigno e continuare su Via Commazzi, svoltare alla terza via a destra, in Via Staffalo e attraversare la statale continuando in Via Verdi fino al lago, svoltare a sinistra e seguire il lungolago fino a Peschiera del Garda.
Arrivati al ponte sul Mincio , svoltare a destra ed entrare dalla porta di Peschiera, svoltare a sinistra in Piazza Ferdinando di Savoia, e continuare fino alla chiesa di san Martino. Passare la chiesa e continuare in via XXX Maggio fino ad imboccare a sinistra la porta di uscita dalle mura , a destra in centro con tutti i servizi. Passato il ponte svoltare a destra in Via Milano e subito a sinistra in Via Borgo Secolo , continuare in Via Salvi, svoltare a destra in Via Goito.
Continuare fino a Via Monzambano, svoltare a sinistra e farla tutta, continuare in Via Tintoretto, attraversare la strada, salire sul ponte e andare a sinistra su ciclabile. Continuare seguendo le indicazioni per il Santuario, dopo curvone a sinistra imboccare sentiero dalla parte opposta della strada, a sinistra che porta davanti al Santuario del Frassino.