Vallonasso (Monte) Canale NO e Cresta NNE

difficoltà: PD   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1680
quota vetta (m): 3064
dislivello complessivo (m): 1400

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: m.gulliver
ultima revisione: 17/03/17

località partenza: Larche (Larche , 04 )

punti appoggio: Gite a Larche

cartografia: IGN 3538 OT 1:25.000

accesso:
Arrivando da Cuneo e dal colle della Maddalena, giunti a Larche, appena passato il ponte all'inizio del paese, prendere la prima strada a dx che costeggia il rio. Superate le ultime case, diventa sterrata. Seguirla, se percorribile, fino al suo termine (slargo nei pressi di una presa dell'acqua).

note tecniche:
Il Monte Vallonasso, innominato sulle carte francesi, ma riportato su tutte quelle italiane e sulla GMI è, di fatto, poco più che una spalla del vicino Sautron, ma per le dimensioni ha una sua individualità. La vetta "cartografica" delle carte IGC e della GMI è la quota 3034 m, ma il punto più elevato (3064 m) è posto 150 m più a NNO e pertanto la quota 3034 m è da considerarsi come solo come un'anticima.
Itinerario invernale o primaverile, non particolarmente impegnativo, solo la breve cresta finale, può essere delicata a seconda delle condizioni (rischio cornici). In inverno o inizio primavera, utili sci o racchette per l'avvicinamento.

descrizione itinerario:
Seguire l'ampio sentiero con indicazioni per St. Ours/Col de Sautron e al primo bivio prendere a dx per ques'ultimo. Ci si addentra nel vallone Rouchouse e superate due cabane, si può proseguire lungo il rio oppure salire un pendio sulla sx (sentiero). Se si resta nel vallone si raggiunge la Cabane de Viraysse da dove si volge a sx (Nord), se si sale il pendio si giunge già un po' a monte dell'alpeggio. Si prosegue verso nord fino al fondo del vallone. All'altezza del col de la Portiolette si piega a dx e si punta alla base del versante NO del Vallonasso, dove si scorge una ripida rampa che da dx verso sx permette di addentrarsi nella parete. Al termina della rampa si vede finalmente il canale che si risale, seguendo il ramo di dx che esce sulla cresta NNE poco oltre un caratteristico gendarme ricurvo. La vetta vera (massima elevazione) è posta una cinquantina di metri più a SSO. Per raggiungerla c'è da superare una delicata cresta di misto con aggiramenti del filo, la cui difficoltà dipende dalla quantità e delle condizioni della neve.

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale