Maniglia (Dente Nord di) da S. Anna di Bellino

difficoltà: OSA   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Est
quota partenza (m): 1806
quota vetta/quota massima (m): 3177
dislivello totale (m): 1400

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: Bernard
ultima revisione: 13/03/17

località partenza: S. Anna di Bellino (Bellino , CN )

punti appoggio: Rif. Melezè

cartografia: IGC 1:25.000 n. 111

bibliografia: Guida dei Monti d'Italia Alpi Cozie Meridionali

note tecniche:
I Denti di Maniglia 3177 m IGM (3166 m IGN) sono costituiti da un roccioso e dentellato tratto di spartiacque principale, lungo c. 800 m. Si origina dal Monte Maniglia allungandosi verso NNO con una serie di spuntoni d'altezza pressochè uguale (il più elevato dei quali viene chiamato dai francesi Pointe du Fond du Roure 3181 m IGN) quindi, dopo aver formato il grande spuntone a becco ricurvo (3177 m IGN) che si appoggia sull'alto bacino di Roure con una grande placconata rocciosa, termina all'estremità settentrionale nella regolare q. 3177 m IGM (3166 m IGN), importante punto nodale. Da questa si stacca in direzione NO, interamente in territorio francese, il massiccio contrafforte della Pointe Haute de Mary.
Qui viene proposta una via di salita scialpinistica allo spuntone più a Nord della serie di guglie formanti i Denti di Maniglia. La reale quota è da intendersi di qualche metro inferiore a quella descritta di 3177 m nella GMI in quanto è ben visibile dalla cima la presenza di spuntoni leggermente più alti, in aggiunta alla già citata Pointe du Fond du Roure, nonchè massima elevazione.

descrizione itinerario:
Dal Rif. Melezè raggiungere S. Anna e imboccare la strada verso Pian Ceiol, proseguire all'interno della gola delle Barricate che si supera sul fondo (se abbondantemente innevata) oppure seguendo il percorso del sentiero estivo (alcuni metri su traverso esposto, utili i coltelli). Usciti dalla gola continuare in direzione delle Gr. dell'Autaret e una volta raggiunte piegare a destra rimontando la Serra di Giavea da dove appare chiaramente l'obliqua rampa/canale (150 m, 40°) che imboccata termina ad una selletta a pochi metri dalla cima.
Discesa dal percorso di salita.

Itinerari nei dintorni (Anche altre attività)

Maniglia (Dente Nord di) da S. Anna di Bellino - (0 km)
Ferra (Monte) dal Rifugio Melezè - (0 km)
Mongioia o Bric de Rubren dal Rifugio Melezè - (0 km)
Vigna (Monte la) dal Rifugio Melezè per il versante Sud - (0.1 km)
Faraut (Monte) e Buc Faraut da S.Anna, anello - (0.4 km)
Marchisa (Rocca la) dal Rifugio Melezè, anello Colli Marchisa e Sagneres - (0.4 km)
Vers, Sagne, Sagneres (Colli dal Rifugio Melezè, giro - (0.4 km)
Fiutrusa (Punta di) da Melezè per il colle Reisassetto - (0.4 km)
Pertia (Monte la) Da Sant'Anna di Bellino - (0.5 km)
Rasis (Testa) da S. Anna di Bellino - (0.5 km)
Maniglia (Punto nodale del) da S. Anna di Bellino - (0.5 km)
Mongioia, Monte Salza, Testa di Malacosta giro dal Rifugio Melezè - (0.5 km)
Maurel (Monte) da S. Anna di Bellino - (0.5 km)
Sebolet (Cima) da S. Anna di Bellino - (0.5 km)
Faraut (Buc) da S. Anna di Bellino - (0.5 km)
Malacosta (Testa di) Giro del Pelvo di Ciabrera da S.Anna di Bellino - (0.5 km)
Marchisa (Rocca la) da S. Anna di Bellino - (0.5 km)
Vigna (Monte la) da S.Anna di Bellino per il Vallone di Ruiper il vallone di Rui - (0.5 km)
Mongioia o Bric de Rubren Traversata da S. Anna di Bellino a Chianale - (0.5 km)
Faraut (Monte) da S. Anna di Bellino - (0.5 km)
Pelvo di Ciabrera da S. Anna di Bellino - (0.5 km)
Balma (Colletto) da S. Anna di Bellino - (0.5 km)
Fiutrusa (Passo di ) da S. Anna di Bellino - (0.5 km)
Reisassetto (Colle di) da S.Anna per il Vallone di Rui - (0.5 km)
Autaret (Testa dell') da S. Anna di Bellino - (0.5 km)