La Transvesubienne Anello

difficoltà: BC   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: tutte
quota partenza (m): 927
dislivello salita totale (m): 1700
lunghezza (km): 60

copertura rete mobile
altri : 80% di copertura

contributors: PIERRICCARDO
ultima revisione: 09/10/07

località partenza: S.Martin Vesubie (Saint-Martin-Vésubie , 06 )

cartografia: Guide Randoxigene VTT Alpes Maritimes www.cg06.fr

bibliografia: Guide Randoxigene VTT Alpes Maritimes www.cg06.fr

note tecniche:
E’ un itinerario splendido che percorre l’intiero spartiacque tra le valli della Vesubie e della Tinée.
--Si può fare intieramente su sterrati e sentieri partendo da “La Colmiane, colle di S.Martin”, 1500m, e arrivando a “Lantosque”, 500m, toccando un paio di volte i 2000m . Km 25, disl. Salita 700m, disc. 1700m, tempo indic.5 ore. ( In qs caso ci vogliono 2 auto)
--Ma è molto più completo fare l’anello, partendo da Lantosque o da S.Martin de Vesubie(927m).
In questo caso: Km.60, disl. Salita 1700, discesa 1700; tempo indic. 7.5 ore.
--Accesso: da Cuneo: tunnel Tenda, Breil, Sospel, Col Turini, S.Martin Vesubie (3 ore d’auto);
d’estate da Cuneo: colle della Lombarda, Isola 2000, S.Martin Vesubie(2.5 ore auto);
da Nizza: Vallée du Var, Gorges du Vesubie, S.Martin Vesubie (1 ora e 10 auto).
Si scende dalla bici per max mezz’ora.

descrizione itinerario:
Descrivo l’itinerario completo ad anello partendo da S.Martin de Vesubie(927m).
Prendere l’asfalto in direzione La Colmiane (1500m), Colle di S.Martin.
Di qui lasciate l’asfalto e pigliate la sterrata a sin, poi subito a dx, fino al Col du Suc,(1583) continuate la sterrata a dx che aggira la Cime de Colmiane(1790): tralasciate la sterrata che scende a sx verso Venanson.
Alternativa simpatica di salita fin qui è appunto salire da S.Martin a Venanson (1164m) su asfalto e poi salire fino alla cime de Colmiane con la sterrata.
Prendet eora il sentiero in leggera salita, poi discesa in cresta fino al col de Varaire (1710m), salite qualche tornantino a piedi e poi, con un bel traverso ombroso salite qualche breve tornantino e siete al Col des deux Caires(1910m).
Prendete a sx in leggera discesa, siete sul versante della Tinée, si risale un po’ fino a Le Pertus, dove attraversate sul versante Vesubiee raggiungete la Baisse de la Combe (1910m, balise 317) e continuate fino alla balise 318,( dove non fate l’errore che ho fatto la prima volta di seguire a dx l’indicazione gialla “VTT”, credendo che vi porti alle granges de Brasque: no!!!! Vi porta alla Tour sur Tinée!!!!), ma tenete sempre la sx raggiungendo con un piccolo tratto a piedi il Col des Trous(1982m, balise 319), continuate in sottobosco fino alla balise 320, posta sotto il Col du Fort e scendete per sentiero o sterrato alle Granges de Brasque(1685m, balise 148,149). Qui abbandonate il GR5 e seguite una vaga pista in sottobosco, poi un sentiero tecnico, superate un passaggio delicato ed esposto e continuate lungo la cresta della Valliera e passate su un colletto(1172m) alla balise 150, poi con una rapida discesa siete alle Baisses de Cangelard(1117m, balise 135), prendete il sentiero più a sx, attenzione poco visibile e, con qualche passo a piedi in ripida discesa siete alle case di Campaouri(890m, balise 134).
Prendete ora a dx la sterrata di accesso alle case e seguitela per 2 km e raggiungete La Villette (780m, balise 141). Continuate in discesa per una strada in pavé tra i castagni e poi dopo la balise 132 una stradina vi porta rapidamente al centro del villaggio di Lantosque(500m).
Ora non vi resta che pigliare l’asfalto e risalirlo fino a S.Martin de Vesubie, stando attenti alle auto e visitando Roquebilliere.
Oppure, se siete pazzi, rifate la strada fatta in andata. Ma questa è un’ altra storia.
A presto la cartina a colori