Orrido del Frejus Lo Scivolo degli Iguanodonti (Cascata)

difficoltà: II / 3   [scala difficoltà]
esposizione: Nord
quota base cascata (m): 1370
sviluppo cascata (m): 110
dislivello avvicinamento (m): 70

copertura rete mobile
tim : 0% di copertura

contributors: anthas04
ultima revisione: 14/02/17

località partenza: Ponte presso bivio strada per Pian delle Stelle (Bardonecchia , TO )

punti appoggio: Bardonecchia

cartografia: Fraternali 1:25000 n°1 Alta Valle Susa

bibliografia: Ghiaccio dell'Ovest di Giancarlo Grassi / Acqua Addormentata di Cordola Stefano

accesso:
Dal ponte dove si diparte la carrozzabile per Gr Chafferau - Pian delle Stelle seguire la strada in piano che costeggia il torrente . Al termine della strada salire lungo il sentiero sino ad una bacheca ove a sx si segue una stradina di servizio che dopo pochi metri conduce in alveo. Seguirlo superando una prima briglia in sx org per poi raggiungere una seconda briglia ben più alta che si supera percorrendo una traccia di sentiero in sx org un po' esposta che conduce direttamente al culmine.
Ora si segue il torrente in piano senza ulteriori ostacoli se non il dover attraversare più volte il corso d' acqua col rischio di bagni fuori stagione.
Dopo pochi minuti l' alveo si restringe ed inizia l'orrido vero e proprio che man mano che si sale diverrà sempre più stretto e sinuoso.
Alla prima strettoia in dx org si incontrerà la prima cascata chiamata La Corazza del Gorgosauro (2+). Subito dopo girato l'angolo in sx org troveremo Il mostro dietro l'angolo (4+).
Si prosegue ancora per circa 5 min pervenendo alla base di una imponente colata in dx org dove termina la marcia di avvicinamento.

note tecniche:
La cascata in questione è stata confusa con La Corazza del Gorgosauro che ha una difficoltà inferiore almeno di mezzo grado ed è la prima cascata che si incontra in dx orografica dove il torrente si restringe.
Lo scivolo è 5 minuti più avanti ed è veramente inconfondibile. Più avanti ancora sempre in dx org si trovano La goulotte del Diplodoco (2+) e subito dopo L'Orrorifico Tritone (4) che è l'ultima cascata raggiungibile senza rischiare bagni fuoriprogramma nelle numerose pozze .
L'ambiente è stupendo ma da non sottovalutare in quanto l'isolamento è totale pur essendo a soli 35 min. da Bardonecchia.
Attenzione assoluta in caso di abbondanti nevicate poichè i ripidissimi pendii in dx e sx orografica sono temibilissimi per valanghe di medie /grandi dimensioni che ovviamente si convogliano tutte sul fondo della gola.

descrizione itinerario:
Solitamente si sale presso le rocce di sx (minore spessore di ghiaccio) o se le condizioni soprastanti sono buone (occhio alle stalattiti in cima che solitamente prendono il sole molto presto ) preferibilmente in centro. Il primo tiro (75/85°) termina nei pressi di una sosta vetusta assolutamente da verificare. Se c'è ghiaccio sufficiente meglio optare per il montaggio della sosta. Il secondo tiro è più corto di una decina di metri e decisamente più facile (80/70°) . Si sosta su uno dei numerosi alberelli al culmine della cascata.

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale