Mezzogiorno (Bric di) o Punta del Beth dalla Val Troncea

sentiero tipo,n°,segnavia: EPT 320
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Ovest
quota partenza (m): 1585
quota vetta/quota massima (m): 2986
dislivello salita totale (m): 1350

copertura rete mobile
vodafone : 60% di copertura
tim : 40% di copertura

contributors: piero56
ultima revisione: 17/07/09

località partenza: Pattemouche (Pragelato , TO )

cartografia: IGC - Valli di Susa - Chisone e Germanasca

bibliografia: IGC carta n°1 Valli di Susa Chisone e Germanasca scal 1:50.000

accesso:
Da Pinerolo si raggiunge, con la statale 23 del Colle del Sestriere, Pragelato. Superata Ruà, capoluogo del comune, si oltrepassa la frazione Soucheres Hautes (1530m) e Traverses dove poco dopo si devia sulla sinistra (rotonda) arrivando al grosso parcheggio all'inizio della la Val Troncea, poco oltre Pattemouche. Qui si lascia l'auto e si prosegue a piedi, oppure si sfrutta il servizio navetta nel periodo estivo (Per informazioni il telefono del Parco è 0122-78849 o consultare il sito www.parconaturalevaltroncea.it)

note tecniche:
Escursione che ci permette di percorrere il vallone del Beth dove alla fine dell'800 erano attive le miniere per l'estrazione della calcopirite (minerale di rame) e dove il 19 aprile 1904 una valanga travolse e uccise 81 minatori decretandone la chiusura.

descrizione itinerario:
Dal parcheggio della pista di Fondo di Pattemouche, si prosegue lungo la sterrata della Val Troncea (o sul sentiero con diversi saliscendi, raggiungendo e superando le borgate Plan e Laval. i permette di raggiungere Troncea punto di partenza della gita. In circa 30' minuti si giunge a Troncea 1916 m. Si segue la bella mulattiera (EPT 320) che attraversato un fitto bosco di larici mediante una lunga serie di tornanti giunge al rudere di una fornace (Forni di San Martino). Si continua a mezzacosta e superato un crinale ci appare il Bric Ghinivert e il Colle del Beth.
Il sentiero piega decisamente a sinistra lasciando in basso a destra le rovine delle miniere. Si raggiunge il Colle del Beth 2785 m dove è presente un bivacco in legno da 8 posti (per un eventuale pernottamento occorre richiedere preventivamente le chiavi alla direzione del Parco).
Dal valico si volge verso sinistra e in circa 30' minuti, mantenendosi in cresta, per tracce di sentiero si raggiunge la cima (ometto).
Per il ritorno è possibile una variante che ci permette di visitare quello che rimane delle miniere.
Dal Colle del Beth seguire il sentiero di salita fino dove si incrocia un'altra traccia (palina con indicazione). Quest'ultima ci porta verso le rovine delle miniere e prosegue sul versante opposto.
Si scende verso valle sul piano inclinato dove correvano le rotaie per il trasporto del materiale estratto. Raggiunto il rudere della stazione della teleferica (l'Angolo) girando a destra ci si ricongiunge al sentiero della salita e ripercorrendolo in senso inverso ritorniamo a Troncea e quindi a Pattemouche.