Manico del Lume (Monte) da Rapallo, anello per i monti Rosa, Pegge, Orsena

sentiero tipo,n°,segnavia: Due ++rossi,rombo rosso,triangolo vuoto rosso,linea due punti rossi.
difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 10
quota vetta/quota massima (m): 801
dislivello salita totale (m): 1450

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: LuCiastrek
ultima revisione: 27/01/17

località partenza: Rapallo (Rapallo , GE )

cartografia: I.G.C.n°23 Cinque Terre Golfo del Tigullio

accesso:
Uscita autostrada di Rapallo,vicino distributore Esso posteggio libero, oppure cercare posteggio nelle vicinanze, il perchè al ritorno si arriva su quella strada.

note tecniche:
Il percorso permette di raggiungere il Santuario Nostra Signora di Montallegro e il Santuario Nostra Signora di Caravaggio, inoltre offre una stupenda vista sul Golfo del Tigullio, salendo a Montallegro si percorre una lunga crosa e la bellissima strada di pietre alberata oltre al bel viale lastricato e incorniciato da lecci che conduce alla Basilica; anche la salita al Monte Rosa è arricchita con le Cappelle della Via Crucis, poi il sentiero da Montallegro compie un semicerchio fino al monte Orsena (Santuario Caravaggio) stando sul filo di cresta o poco sotto permettendo dalle cime che si toccano una vista sulla val Fontanabuona. Solo scendendo dal Manico del Lume e salendo all'anticima si incontrano delle difficoltà su roccia, per facilitare il passaggio sono state messe delle catene, per il resto del percorso non sempre sono presenti i segnavia ma la strada è intuitiva: ritengo sia meglio lasciare la macchina nei pressi del casello autostradale in quanto il giro ad anello ci riporta a quel punto, anche se accorciamo il percorso scendendo eventualmente dal Manico del Lume con segnavia "linea rossa" o dal sentiero di passo Serra, stesso segnavia, dove entrambi conducono a Chignero poi a Sant'Andrea di Foggia e San Pietro di Novella ed in breve alla macchina, l'intero percorso è di circa 24 chilomerti, e si impiegano circa 8/10 ore .

descrizione itinerario:
Da dove si lascia la macchina nei pressi del casello si scende lungo via Arpinati per poi percorrere corso Mameli lungo circa un chilometro fino a giungere vicino alla ferrovia, dove si gira a sx in via Bolzano, si può notare lungo il tratto davanti alla stazione FFSS anche l'inizio dell'itinerario al m.Pegge diretto, proseguendo si gira poi ancora a sx in via Betti e dopo 300 metri circa superato un ponte si arriva all'inizio del percorso pedonale di salita al Pellegrino (segnalato con un cartello, Santuario di N.S.di Montallegro) basta seguire la strada poi la mulattiera a sx prima asfaltata poi di cemento, la crosa successiva sempre di salita al Pellegrino fino all'omonima località, dove si iniziano a trovare i segnavia "due ++ rossi" ed in seguito la bella strada in pietra fino alla Basilica. Dietro al Santuario inizia la via Crucis che conduce al Monte Rosa o il sentiero con più segnavie, per il monte Pegge prendere come riferimento il "rombo pieno rosso" che tra piccoli saliscendi porta al passo Crocetta poi con circa 150 metri di salita al rifugio Margherita di monte Pegge m.774, ora si riprende il sentiero dietro al rifugio,dalle panche, continuando a seguire lo stesso segnavia si passa sotto il monte Lasagna e dopo circa un ora e mezza e altri 150 metri circa di salita si arriva sulla panoramica cima del M.Lume 881 m. dove una tavola con rosa dei venti indica i monti che la circondono.Seguendo il segnavia "triangolo rosso vuoto" si scende con l'aiuto di catene fisse delle roccette fino al punto più basso da dove si risale con altre catene l'anticima del Lume un altro tratto di rocce meno difficoltoso e si arriva al passo Serra da dove voltandosi indietro possiamo vedere la bella cresta appena superata.Si superano in successione dopo un tratto quasi pianeggiante le pendici di monte Bello, il Passo Gallo, da dove si sale al monte Orsena e Santuario N.S. di Caravaggio dopo circa 1,15 ora dal passo Serra; dalla cima si scende in direzione est la scalinata fino a oltrepassare la piazzola elicottero superare dei ruderi e seguire il sentiero segnavia "linea due punti rossi" e dopo circa un'oretta sbucare in via Spotà dove in discesa si segue la strada asfaltata i segnavia ora scarseggiano, si abbrevia prendendo una stretta crosa al termine della quale si aggira a sx una casa e si prosegue seguendo una successiva crosa senza segnavia che conduce ad un cavalcavia sopra l'autostrada(con cartello località le Rocche di Santa Maria) dove si ritrova la strada asfaltata che seguendola porta in via San Tommaso e sulla strada via Santa Maria del Campo che conduce al posteggio dell'auto.

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale