Baraccone (Monte) da Altare e il Sentiero 5 Ponti e il Colle del Termine

difficoltà: MC+ / MC+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Tutte
quota partenza (m): 410
dislivello salita totale (m): 1000
lunghezza (km): 42

copertura rete mobile
tim : 60% di copertura

contributors: maxgastone
ultima revisione: 03/08/09

località partenza: Piazza Stazione - Altare (Altare , SV )

cartografia: Carta dei Sentieri e Rifugi 1:25000 Alpi Marittime e Liguri n°103 Edizioni Multigraphic Firenze

note tecniche:
Il percorso si snoda a cavallo dello spartiacque fra la costa savonese ed il suo retroterra ormai padano, in una delle zone boschive più ricche e incontaminate d’Italia dove le faggete e i castagneti sostituiscono i pini marittimi caratteristici dei primi contrafforti a ridosso del mare.
Itinerario creato da Alessandro Brondi, Sito di riferimento abrondi.altervista.org.

descrizione itinerario:
Si parte dalla piazza della Stazione, dove è agevole parcheggiare l’auto.
Si procede verso piazza Vittorio Veneto e si imbocca la strada provinciale per Mallare che si segue su asfalto sino al Km 2.8, presso la frazione di Acque, costeggiando per un breve tratto il fiume Bormida.
In prossimità della confluenza con il rio Consevola si piega a sinistra seguendo il rio su buona strada sterrata che con facile salita al Km 6.9 raggiunge un guado non difficile da attraversare in località Luvera a quota 554 m .
Da questo punto la salita diventa un po’ più impegnativa, il fondo un poco sconnesso, sino a raggiungere il Colle del Termine a quota 662 m .
Poche centinaia di metri prima del colle si incontra sulla sinistra una fonte da cui si può attingere una freschissima e ottima acqua. Si prosegue poi, lungo l’Alta Via dei Monti Liguri, seguendo la segnaletica “AV” in direzione sud - ovest percorrendo un bel falsopiano all’ombra di stupendi faggi in località detta Tagliate.
Al Km 10.0 lasciare a destra l’Alta Via e proseguire seguendo lo sterrato principale; si incontra al Km 11.9 una grande cascina oramai abbandonata e si arriva al Km 13.3 in località Rocce Bianche.
In prossimità di un cippo eretto a ricordo dei caduti della guerra partigiana, avendo davanti una fantastica visione del Golfo di Finale Ligure con l’Isola Gallinara di Albenga ben visibile sul fondo, si prende la strada più a sinistra in salita seguendo le indicazioni (quadrato rosso e cartello Agriturismo).
Al culmine del breve strappo non seguire la strada principale in discesa (agriturismo), bensì svoltare a destra in pianura; sempre seguendo il segnavia quadrato rosso la strada presto si trasforma in una divertente discesa fino all’abitato di Montagna a quota 250 m .
In prossimità della piccola frazione al Km 19.0 la strada diventa asfaltata (al termine dello sterrato girare a sinistra) e deve essere seguita, sempre in discesa, sino ad incontrare, nel gomito di un tornante destrorso, una larga strada sterrata a sinistra contrassegnata dal segnavia rombo rosso.
Seguendo il contrassegno si raggiunge il sentiero detto dei Cinque Ponti che, attraversando ripetutamente il torrente Trexenda, sale, inizialmente in modo dolce, per poi impennare negli ultimi 3 Km fino a tornare al Km 28.8 sul sentiero delle Tagliate, percorso all’andata, a quota 647 m .
Questa carrareccia, molto bella, si snoda in una stretta vallata ricoperta da un fitto bosco ed occorre fare attenzione alle numerose sorgenti che la rendono talvolta fangosa. Si gira a Destra e si ripercorre adesso un breve tratto del percorso fatto all’andata fino al Colle del Termine.
Da questo punto tralasciare la discesa a fronte e prendere la strada a destra che sale con maggiore pendenza seguendo ancora le indicazioni per l’Alta Via e un cartello che indica ‘Loc. Roviasca’. Dopo una breve, dura salita, si prosegue su bel falsopiano fino a raggiungere il Forte del monte Baraccone al Km 33.7 a quota 648 m .
Questa opera fortificata venne costruita dalla Repubblica di Genova alla metà del ‘600 sul confine con i territori di Casa Savoia. Dopo poche centinaia di metri ad un trivio si abbandona ancora l’Alta Via e si prosegue, in discesa, sullo sterrato principale fino a raggiungere un cascinale in località Nuxetta alla quota di 507 m, dove la strada, piegando a U a sinistra, ricomincia a salire per uno sterrato dal fondo buono che attraverso tre successive rampe e discese, comunque mantenendo la quota , raggiunge al Km 37.8 la strada sterrata più ampia che risale dal paese di Roviasca ad Altare.
Seguendo la strada principale si raggiunge al Km 40.1 la località Rocca d’Orso, da cui ci si innesta nuovamente sull’Alta Via dei Monti Liguri che si percorre in discesa fino al Colle di Cadibona o Bocchetta di Altare ritrovando l’asfalto nei pressi della galleria del Forte di Altare, interessante costruzione di epoca Napoleonica.
Da qui girando a sinistra, percorsi gli ultimi metri sulla ex SS.29 si ritorna al punto di partenza.