Cimo (Monte) - Sas de mesdi Te lo do io il Verdon

difficoltà: 7a / 6b obbl
esposizione arrampicata: Sud-Est
quota base arrampicata (m): 700
sviluppo arrampicata (m): 200
dislivello avvicinamento (m): 300

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: faregiro
ultima revisione: 21/12/16

località partenza: Brentino belluno (Bergantino , RO )

punti appoggio: Di tutto e di piu a Garda

bibliografia: monte baldo rock

accesso:
Come per le altre vie del sass de mesdi. Superato l attacco di "piastrine selvagge" continuare a traversare sotto parete fino a quando il sentiero scende bruscamente nel bosco mentre una cengia (con un paio di metri esposti) conduce all attacco della via.
Scritta rossa sbiadita sia nel punto in cui occorre iniziare a percorrere la cengia sia alla partenza della stessa.

note tecniche:
Via fantastica che si svolge su pietra lavorata dall acqua. Molto gripposa e solida. La via è chiodata bene ma essendo una via degli anni ottanta non deve trarre in inganno la valutazione S1 data dagli autori della guida.
L'obbligatorio è reale e a tratti le protezioni sono abbastanza distanziate. Molti spit con piastrine artigianali comunque in buono stato.
Porzione di parete molto solare. A fine dicembre la via rimane al sole fino alle 15:30.

descrizione itinerario:
L1: 6a ottimo riscaldamento
L2: 6a+ diedro tecnico
L3: 6a breve tiro di raccordo tranquillamente concatenabile col successivo gestendo gli attriti
L4: 6c spettacolare traversata ascendente per evitare gli enormi tetti
L5: 7a movimenti eleganti su roccia da sballo
L6: 6b/c la sorpresina finale

Discesa in doppia:
S6, S5, S4, S1, terra. Non si arriva alla cengia quindi organizzarsi con le scarpe!