Visaisa (Colletto) quota 2742 m Canale NO

tipo itinerario: canale
difficoltà: I / 3.3 / E1   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Ovest
quota partenza (m): 1525
quota vetta/quota massima (m): 2742
dislivello totale (m): 1300

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: GIORGIOBI
ultima revisione: 18/12/16

località partenza: Saretto (Acceglio , CN )

cartografia: Esquiar en Val Maira 1:20.000

bibliografia: Voglia di Ripido vol.II di Igor Napoli

note tecniche:
Anche conosciuto come: Chilavrebbemaidetto
Bell'itinerario che sale nel nascosto e selvaggio vallone Vallonasso di Visaisa. Il canale è posto alla testata della valletta a sinistra del valico denominato "Il Colletto". Senza esposizione, in ambiente spettacolare.
Nella parte alta il canale si biforca: il ramo dx esce ad una stretta selletta e per lato sud (sciabile con buon innevamento) si tocca la panoramica quota 2742; il ramo sx più solare e ampio esce sulla cresta Monte Arpet-Monte Freid e da qui a dx pochi passi (non sciabile) si tocca la quota 2742.

N.B. Con bella neve dopo aver sceso il canale conviene portarsi sul lato sinistro orografico del vallone fino a quota 2350 circa dove con breve ripellata si può raggiungere il Colletto del Vallonasso (m 2425) attraverso una cengia un po esposta.
Da qui si può scendere nel versante opposto per il ripido pendio canale esposto a nord ovest fino ai ripiani delle grange Visaisa e quindi al lago Visaisa. Dal lago in genere conviene ripellare nuovamente per salire i circa 100 m che separano dalla traccia di salita.

descrizione itinerario:
Da Saretto attraversare il ponte e raggiungere le sorgenti del Maira. Da qui seguire il percorso del sentiero estivo che sale ripido nel lariceto, incrocia la ex-militare e raggiunge la sella (m 2001) a picco sulla sponda orientale del lago Visaisa.
Con un ripido traverso verso sx prevalentemente pianeggiante raggiungere il pianoro all'imbocco del Vallonasso di Visaisa.
Percorrerlo liberamente fino al circo terminale della valle dove si individua facilmente sulla sx il conoide del nostro canale (la parte alta non è ancora visibile nascosta da imponenti pareti rocciose).
Nella parte alta si biforca e si possono percorre entrambi i rami in base alle condizioni del momento.
Si tocca la quota 2742 dalla quale è possibile anche divallare (terreno inizialmente ripido ) sull'opposto lato sud verso Chialvetta.