Dalle storie alla storia - Dar staige von Groaz Kriage da Luserna, anello

sentiero tipo,n°,segnavia: 2
difficoltà: T   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1333
quota vetta/quota massima (m): 1543
dislivello salita totale (m): 210

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: Alpe Cimbra
ultima revisione: 28/11/16

località partenza: Luserna (Luserna , TN )

accesso:
La partenza del percorso è in prossimità della piazza e della casa museo Haus von Prukk.

note tecniche:
Ben poche località, in area trentina e veneta, mostrano tante testimonianze legate alla Grande Guerra (1914-1918) quante ne mostra l'Alpe Cimbra. Luserna fu, nella prima fase del conflitto tra Austria e Italia (1915), una delle località venutesi a trovare in prima linea. Tant'è che le prime vittime civili, il 25 maggio 1915, si ebbero proprio nella piazza di Luserna.

E' uno dei percorsi tematici e emozionali più interessanti dell'area cimbra. Ventotto silhouettes di metallo, arricchite con dettagli artistici in cotto, raccontano in prima persona altrettante brevi storie, vere, che interessarono la popolazione di Luserna prima e dopo il grande conflitto. E' percorso didattico, consigliato a gruppi scolastici e a famiglie con figli al seguito (+6 anni).

descrizione itinerario:
Sono le belle e originali sagome d'acciaio e ceramica che accompagnano l'escursionista per tutto il percorso. Fermarsi ad ammirarle, a leggerne il contenuto, permette di riposare le gambe e di riflettere sul grande dramma vissuto dalle genti di montagna nel corso del grande conflitto. Partiamo dalla piazza di Luserna, ci avviciniamo alla Haus Von Prukk (la casa cimbra, casa museo) e, seguendo le segnaletiche direzionali, saliamo il bel sentiero che in media salita guadagna il versante soprastante l'abitato. Affrontiamolo piano e facciamo delle soste per riprendere fiato ammirando nel contempo il panorama che coglie Luserna e il massiccio montuoso della Vigolana. Arriviamo in località Huettn, dove il percorso si fa più dolce, oltrepassata la curiosa ricostruzione della Basilica del Santo di Padova (alquanto Kitsch) voltiamo a sinistra e seguiamo la comoda strada sterrata che si dirige verso Millegrobbe. Percorsi circa 300 m abbandoniamo la strada principale (segnaetica) e saliamo il bel bosco di faggi che in breve ci porta nell'ampia distesa pascoliva di Millegrobbe. Superiamo il muretto di confine e, seguendo i segnavia, proseuiamo per un bellissimo sentiero che tra abeti e pascoli, sempre accompagnati dalle sagome storiche, approdiamo alla ex strada militare che sale verso il Forte Lusérn, la terza delle sette fortezze austro-ungariche degli Altipiani. Il Forte, oggetto di un recente restauro, merita una visita. E' imponente. Costruito tra il 1919 e il 1913 nei primi giorni di guerra subì un pesantissimo bombardamento italiano che lo portò alla resa, seppure mancata. Peoseguiamo il nostro cammino seguendo le indicazioni che ci portano, per un bel sentiero nel bosco, nell'area dell'avamposto Oberwiesen: passiamo accanto ad una lunga galleria (percorribile, consigliata torcia elettrica) che conduce all'avamposto Viatz per approdare, percorrendo un curioso passaggio in roccia, all'avamposto Oberwiesen. Fu stazione ottica e avamposto del Forte. Dal piazzaletto si ha un bellissimo panorama sul terrazzo di Luserna e sull'Alta Val d'Astico e il contrapposto altopiano dei Fiorentini (Forte Cherle all'orizzonte).
Ritorniamo brevemente sui nostri passi e, svoltando a destra (segnaletica) raggiungiamo l'avamposto Viaz (punta avanzata dello schieramento austriaco) e scendiamo per comodo sentiero il boscoso versante che ci porta in quella che fu l'area pascoliva di Malga Cima Campo. Prima di giungere in quello che fu l'edifico della Malga, svoltiamo a destra e, seguendo le segnaletiche del Sentiero dell'Immaginario Cimbro, per bel sentiero nel bosco scendiamo il versante, per giungere infine a Luserna.