Giro del Rust da Carbonare

sentiero tipo,n°,segnavia: 35
difficoltà: T   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1060
quota vetta/quota massima (m): 1254
dislivello salita totale (m): 253

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: Alpe Cimbra
ultima revisione: 25/11/16

località partenza: Carbonare (Carbonare , TN )

accesso:
Carbonare dista 7 km da Folgaria e circa 4 km da Lavarone. Parcheggio pubblico nei pressi del punto di partenza, di fianco alla chiesa.

note tecniche:
Monte Rust è un altura, completamente boscata, che si eleva tra Carbonare e il lago di Lavarone. E' nota per il fatto che sulla sommità ospita i resti della Stazione ottica di collegamento, cioè i ruderi di un edificio che nel corso della Grande Guerra (1914-1918) era adibito allo scambio di segnali luminosi tramite il sistema del telegrafo ottico. E' altresì meta di belle passeggiate che possono essere fatte da Carbonare come da Lavarone Chiesa.

Il percorso aggira e sale l'altura, senza raggiungerne la sommità. Giunti nel punto più alto val comunque la pena ne che permette di raggiungere la Stazione di collegamento ottico: nelle pareti della medesima sono ben visibili i fori entro i quali erano collocati i proiettori elettrici che lanciavano segnali ai Forti dislocati lungo la linea di difesa degli Altipiani.

descrizione itinerario:
Dalla zona sportiva di Carbonare (parco giochi) seguiamo le indicazioni segnaletiche che ci portano sul dosso del Guazcovel (punto panoramico sul paese) e che, attraverso un bel bosco di faggi, ci porta a salire in modesta salita il versante nord del monte Rust fino a raggiungere la strada sterrata che sale da Lavarone Chiesa. Ci immettiamo sulla strada svoltando a destra (segnaletiche) e la percorriamo. Superato un tornante e ripresa la salita, incontriamo presto, sulla sinistra, una deviazione che ci invita a scendere il versante, portandoci sul lato sud-orientale. A questo punto valutare la possibilità di continuare ancora per qualche centinaio di metri per raggiungere la sommità del colle e visitare il Centro di collegamento ottico). Tornati sui nostri passi scendiamo il versante, seguendo le frecce direzionali e, per un bosco misto di latifoglie e resinose, giungiamo in prossimità del bel lago di Lavarone. Percorriamo la strada asfaltata che scorre a poca distanza dal lago e facciamo attenzione alla segnaletica che a un certo punto ci invita a svoltare a destra e a seguire la sterrata che, scollinando (panorama sul monte Cornetto e il Bècco di Filadonna), ci porta presto al caratteristico villaggio di Pra' di Sopra. Lo attravresiamo passando a valle della lunga fila di case a schiera e, superata la fontana, imbocchiamo sulla destra la carrareccia che scende a valle. La percorriamo e giunta al bivio per Nosellari (sgnaletiche) deviamo decisamente a destra e, per la stradina del Zètele, passando accanto al Capitel del Nadale (edicola rurale), raggiungiamo il bivio del Zètele (già incontrato nell'andata) e, svoltando a sinistra, rientriamo a Carbonare.

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale