Checrouit (Colle) da Courmayeur, anello

tipo itinerario: bosco rado
difficoltà: MR   [scala difficoltà]
esposizione: Tutte
quota partenza (m): 1224
quota vetta/quota massima (m): 1956
dislivello totale (m): 732

copertura rete mobile
vodafone : 100% di copertura

contributors: Brunello 56
ultima revisione: 21/11/16

località partenza: Courmayeur (Courmayeur , AO )

punti appoggio: Courmayeur, Dolonne

bibliografia: Carta L’Escursionista, n. 1 Monte Bianco, scala 1:25000

accesso:
Seguire la statale 26 della Valle d’Aosta fino a Courmayeur dove si parcheggia. In alternativa si può parcheggiare a Dolonne

note tecniche:
Bella sgambata, il momento ideale da farsi è dopo le prime nevicate quando è già stata chiusa la strada della Val Veny ma non è ancora iniziata la stagione sciistica nel comprensorio del Checrouit; si evita così la ressa ed il viavai di gatti e motoslitte godendosi al meglio il panorama del Bianco.
Circa l’itinerario qui viene proposto un percorso ad anello, che dà un senso più completo alla ciaspolata; però tanto è piacevole e naturale il versante Val Veny tanto è angosciante il versante Dolonne tra impianti di risalita ed esercizi commerciali.

descrizione itinerario:
Premessa: il percorso è ad anello, si può quindi scegliere di percorrerlo nel verso desiderato, qui viene descritto quello antiorario.
Parcheggiata l’auto a Courmayeur o Dolonne, non si segue la SS 26 per il tunnel ma la via per Entreves – La Palud: si passa il Municipio, si attraversa l’abitato di Lazey, a Pontal si svolta a sinistra per la Val Veny e passato il ponte sulla Dora si incontra il divieto di transito. Seguire la strada, al primo bivio (palina con indicazioni) si possono tagliare i tornanti seguendo il sentiero che con qualche saliscendi attraversa il bosco per poi ricongiungersi con la strada; si arriva in breve al Santuario di Notre Dame de la Guerison (1444 m) e, passato questo, si giunge al bivio dove si prende il ramo di sinistra per Pre Pascal. Arrivati al Rifugio Monte Bianco si trovano le indicazioni per il colle. Proseguire nella direzione indicata, risalendo la larga pista da sci; quando il percorso spiana e sembra che prosegua in discesa si trova sulla sinistra, libero tra i pini, un largo e ripido pendio: risalirlo fino a ritrovarsi sulla traccia di una strada che, con alcuni tornanti, porta in breve al Col Checrouit (1956 m).
Dal colle si scende in breve alle baite dove si imbocca l’evidente percorso che porta al sottostante Plan Checrouit, con l’arrivo della funivia da Courmayeur; seguire ancora la traccia della strada che, attraversando il rado bosco, scende all’abitato di Dolonne.