Cateissard Profondo Rosso

difficoltà: dal 6a / al 7a
esposizione arrampicata: Sud
quota falesia (m): 1000
lunghezza min itinerari (m): 18
lunghezza max itinerari (m): 32

copertura rete mobile
vodafone : 80% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: Orcovalley
ultima revisione: 17/11/16

località partenza: Case Trucco (Bussoleno) (Bussoleno , TO )

accesso:
Si raggiunge Bussoleno per la statale che porta a Susa o più velocemente con l’autostrada del Frejus uscendo a Chianocco.
Da Bussoleno si oltrepassa la ferrovia e si prende la strada che va a Falcemagna, prima asfaltata poi sterrata. Prima di arrivare a Falcemagna si prende a sinistra la deviazione per Case Trucco e si lascia l’auto.

Attenzione! c’è pochissimo posto, parcheggiare lasciando la possibilità di invertire la marcia. Da qui con un sentiero in falso piano, molto panoramico, si risale la valle e si arriva ad un cippo tondo con indicazioni delle vette.
Dal cippo per Profondo Rosso conviene proseguire in piano e si prende un sentiero che taglia a mezza costa il versante ovest , più veloce e meno faticoso. In caso di neve potrebbe non essere agibile e quindi dal cippo si risale il sentiero del Cateissard verso la vetta fino ad un ometto da dove si scende in breve alla parete. 30 minuti dall’auto.

note tecniche:
Falesia dalla roccia particolare a buchi e pinze . Buona esposizione. Anche dopo parecchi giorni di pioggia rimane asciutta. I tiri sulla ds si possono scalare anche con lieve pioggia. Indicata per inverno e mezze stagioni. In estate dopo le 17.00 va in ombra e si scala fino a tardi.

descrizione itinerario:
1) Ultimi colpi 25m 6a+
2) Sgrado 25m 6a+
3) L’attimo fuggente 18m 6b
4) Finalmente Libero 38m 6c+
5) Vai Giordino 20m 6c
6) Tiro mancino 22m 7a
7) Falta la gasolina 24m 7a+
8) Il Ciaparat 26m 7a
9) All’ultimo respiro 28m 7a+
10) Centoventi 32m 7a+

altre annotazioni:
Su questa parete Franco Salino e Gabriele Bar, intorno all’anno 2000 iniziarono a tracciare una via che rimase abbozzata e poi abbandonata.
Nel 2015 Salino e Andrea Giorda, calandosi dall’alto piazzarono la prima corda fissa ponendo le basi per la riscoperta di questa parete.
Giorda e Aldo Tirabeni hanno chiodato e liberato tutti i tiri attuali, tranne Tiro Mancino chiodato e liberato da Federica Mingolla.
Finalmente Libero è stato chiodato dal basso da Giorda in solitaria.
Centoventi è la via simbolo del Left wall, il numero è la somma delle età di Giorda e Tirabeni.
Casco obbligatorio ! E mai sotto la linea di chi scala.

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale