Cordona (Monte) da Bogliasco, anello per Sessarego, Cordona, S.Bernardo

sentiero tipo,n°,segnavia: due triangoli rossi-due quadri rossi-linea e punto rossi
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota vetta/quota massima (m): 802
dislivello salita totale (m): 800

copertura rete mobile
3 : 80% di copertura

contributors: enri1039
ultima revisione: 09/11/16

località partenza: Bogliasco (Bogliasco , GE )

punti appoggio: partenza,s.Bernardo,arrivo

cartografia: IGC N.23 -5 TERRE E GOLFO DEL TIGULLIO

accesso:
X autostrada uscita casello di Genova Nervi poi a sx in corso Europa quindi Nervi e Bogliasco per via Aurelia.

note tecniche:
Tracciato nella prima parte privo di segnavie ma con sentieri evidenti.
un solo punto di approviggionamento idrico nella prima parte fuori dei paesini.

descrizione itinerario:
Da via Sessarego , prima strada a sx dopo la galleria x chi arriva da Genova ,che si deve percorrere tutta sino in fondo alle case ,qui a destra inizia la salita su una antica strada pedonale ( crosa ) fatta di ciottoli e mattoni rossi che ci porterà alla frazione di Sessarego (mt.245 , merita una visita specie la parte vecchia)
Salendo oltre l'abitato, il sentiero si fa ripido e sassoso, si giunge ad una cisterna di acquedotto e poco oltre all'unica sorgente di tutto il percorso ,si fiancheggia una vecchia zona terazzata tipica dei monti liguri quindi giunti sulla sommità che sovrasta Sessarego il sentiero che non è segnalato ma ben visibile si fa meno ripido e volgendo verso ovest incrocia il sentiero che proviene da Genova Nervi contrassegnato da due triangoli rossi , qui saliamo a destra tra pini distrutti da recenti incendi sino quasi alla strada asfaltata, sulla sx si sale per la vicina vetta del m. Cordona (mt.802 ,senza nessun segno di vetta).
Grande panorama sul vicino m. Fasce e le sue antenne.
Per il ritorno e evitare di ripercorrere la stessa via si ridiscende sulla strada asfaltata con segnavia due quadri rossi e simboli di percorso storico colombiano si segue la provinciale per circa un km. sino ad un grande parcheggio in fondo al quale un sentiero scende sulla destra con segnavia prima due quadrati rossi che portano a Sori ma ad un certo punto il segnavia diventa un trattino e puno rossi
che prima ci fa giungere in località s.Bernardo e successivamente con crosa e scalette ci riporta a Bogliasco.