Limidario (Monte) da Cavaglio San Donnino, anello per Monte Faierone e Fronzina

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 500
quota vetta/quota massima (m): 2188
dislivello salita totale (m): 2250

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: titty79
ultima revisione: 02/11/16

località partenza: Cavaglio San Donnino (Cannobio , VB )

punti appoggio: rifugio alpeggio la Quadra e a le Biuse

cartografia: cartina zanetti val grande

accesso:
Autostrada Gravellona T. - uscita Verbania - seguire per Cannobio/Locarno - a Cannobbio indicazioni per Traffiume,Cavaglio,Gurrone.
Ampio parcheggio a Cavaglio San Donnino davanti alla Chiesa

note tecniche:
percorso lungo e dislivello complessivo di diversi sali-scendi di cresta

descrizione itinerario:
Si parcheggia a Cavaglio S.Donnino, all'ingresso del paese, davanti alla Chiesa.
A lato sx della Chieda si trovano subito le indicazioni per Limidario, si sale brevemente tra le case e si trovano immediatamente le indicazioni per Rombianco-Biessen-Curscina (verso dx) e Limidario-Quadra-Biuse (diritto).
Si prende la prima indicazione per Rombianco, tralasciando la seconda per Limidario che sara' il percorso di ritorno.
Il percorso, dopo un breve tratto a mezzacosta, comincia a scendere verso il rio, perdendo circa 70 mt. Si attraversa il rio su un ponte di cemento e si trovano altre paline, il sentiero sale scomodamente tra castagni e fitta vegetazione, si passa un altro rio su un ponte di legno di dubbia tenuta e si prosegue sempre nel fitto bosco su traccia a volte non tanto visibile, ma comunque si trovano molte tacche bianco.rosse e diverse paline.
Il percorso e' sempre abbastanza ripido e non molto comodo, si oltrepassa Curscina 725mt, Biessen 858 mt e, poco dopo quest'ultimo, si incrocia il sentiero che sale da S Agata (altro itinerario di salita gia' presente) e si prosegue ancora per Rombiago, ora su percorso molto piu' comodo e rilassante.
Arrivati alla graziosa frazione di Rombiago 1164 mt, si puo' piegare a dx seguendo le indicazioni per il Monte Giove 1298 mt, che si raggiunge brevemente e da questo tornare poi sui propri passi nuovamente a Rombiago, dove, passando i cancelli, si segue per Scierz.
Il percorso continua sempre nel bosco fino a raggiungere Scierz 1235 mt, si percorre ora un tratto di carrozzabile fino a raggiungere il bivio col sentiero che sale verso il Faierone, al bivio e' presente un porta paline, ma le paline non ci sono !!!, seguire comunque i segni bianco-rossi su una traccia di sentiero che sale decisa ancora in un breve tratto di bel bosco, fino a sbucare in spazi aperti ai piedi della dorsale che conduce al Faierone.
Il percorso e' sempre sostenuto ed il panorama comincia ad ampliarsi fino a raggiungere la comoda cresta che porta in punta al Faierone 1715 mt.
Da questo si scende su tracce di sentiero verso la sottostante e piu' bassa Punta Fronzina, che presenta una semplice crestina di salita con brevi e semplici passaggi tra roccia ed erba (presenti catene).
Arrivati in punta alla Fronzina 1699 mt, non resta che scendere sul versante opposto, tratti ancora attrezzati, fino a raggiungere il passo di Percadugine dal quale parte la ripida dorsale per il Limidario.
Per cresta si trovano nuovamente dei passaggi attrezzati con catene, poi il percoso spiana fino a raggiungere una sorta di cappellina dalla quale parte il tratto finale per la cima, su percorso sempre ripido ma che in breve porta alla croce di vetta 2188 mt.
Si percorre ora la cresta opposta tra sali e scendi e con un tratto protetto da catene, oltrepassando una piccola quota con ometto e proseguendo verso la cima Centrale del Limidario 2136 mt, che prevede una risalita di qualche metro segnata da tacche bianco-blu.
Dalla punta di quest'ultima scenderne il versante sud raggiungendo la sottostante ampia dorsale e toccando l'insignificate Testa Fontai 1884mt.
Proseguire sempre su buon sentiero segnato toccando l'Alpe la Quadra e l'Alpe Spoccia, da questa tramite carrozzabile si arriva al bivio Tre Confini e si prosegue per le Biuse ed Olzeno.
Da Olzeno si prende poi il sentiero che riporta a Cavaglio