Roddino, Sinio da Serralunga, anello per i vigneti della Langhe

sentiero tipo,n°,segnavia: segnavia biancorossi sentieri 302 e 306
difficoltà: T   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 530
quota vetta/quota massima (m): 530
dislivello salita totale (m): 500

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: gibet
ultima revisione: 19/10/16

località partenza: Roddino, Chiesetta di Santa Maria (Serralunga D'alba , CN )

accesso:
Con la SP 7 da Bra a Pollenzo e a Talloria, poi con la SP 3 a Uccellaccio e di qui con la SP 125 a Fontanafredda, Serralunga d'Alba e poi a Roddino. Circa 1 km prima di arrivare in paese sulla sinistra c'è la cappella di Santa Maria dove si trova un’area di sosta attrezzata con tavoli e acqua potabile.

note tecniche:
Bella camminata a saliscendi di 14 Km tra colline e vigneti delle Langhe su carrarecce, sterrati e qualche tratto di asfalto su strade secondarie, ideale in autunno per i meravigliosi colori delle vigne. Segnavia biancorossi sempre presenti.

descrizione itinerario:
La partenza avviene dalla cappella di Santa Maria seguendo i segnavia biancorossi alle spalle della Chiesa. Si percorre un tratto in piano fino ad una strada asfaltata che si segue a sx per un breve tratto fino a trovare a sx la carrareccia in discesa che porta fino a Sinio.
Si sale in paese per un camminamento di cemento e poi per le stradine del centro si arriva alla piazza antistante il Castello.
Dalla piazzetta del castello ci si immette sulla carrozzabile Sinio-Montelupo Albese che viene percorsa verso six sino a raggiungere il campo sportivo dove una palina direzionale bianco-rossa ci indica di svoltare a dex su sterrato per il sent. n. 302.
Si sale sino alla borgata Reale,dove , appena superate le case si incontrano due indicazioni sentieristiche divergent. Noi seguiamo verso sx il sent. 306 per Serralunga) che va verso borgata Gabutto e Marenghi.
Si prosegue in leggera discesa seguendo i segni bianco/rosso e le frecce direzionali su stradina campestre molto panoramica. Superata borgata Morenghi si scende fra boschi di castagni, roverelle, aceri campestri e vigneti sino alla strada provinciale di fondovalle, nei pressi della cappella di Sant’Antonio.
La si attraversa e, dopo circa 150 m si guada il torrente Talloria, si prosegue per 100 m sul fondovalle per poi salire a destra, tra vigneti, fino a borgata Cerati; si svolta a sinistra e dopo 200 m, oltrepassato l’arco di ingresso, si è sotto le mura dell’antico castello di Serralunga (XIV secolo).
Si attraversa il piccolo ma suggestivo paese delle colline del Barolo proseguendo sulla provinciale per Roddino. Dopo circa 600 m si scende a sinistra, su uno stradello, fra meravigliosi vigneti di Nebbiolo da Barolo.
Si continua fino ad incontrare il bivio che a sx porterebbea Sinio mentre a dx consente di risalire alla SP 125 e in breve di ritornare alle auto.