Crabun (Monte) da Fey Dessus

L'itinerario

difficoltà: TC / EC / S4   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 1110
quota vetta/quota massima (m): 2710
dislivello salita totale (m): 1621
lunghezza (km): 15
disl. da portare (m): 1350

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: Rocciaclimb
ultima revisione: 15/10/16

località partenza: Fey Dessus (Perloz , AO )

accesso:
Dal casello di Pont-Saint-Martin si segue la Statale verso Ivrea e dopo breve si svolta a sinistra e si risale al Valle di Gressoney; superato il paese di Tour d’Hereraz si svolta a sinistra seguendo le indicazioni per il Monte Crabun (cartello marrone).
Prestando attenzione alla cartellonistica ai vari bivi si giunge al piccolo parcheggio di Fey Dessus dove si deve lasciare l’auto in quanto il successivo tratto è vietato al traffico e chiuso da una sbarra.

note tecniche:
Itinerario in cui il portage è pressochè totale

descrizione itinerario:
Dal parcheggio si prosegue su asfalto fino a Pra m.1360 circa, dove comincia la mulattiera e il portage.
Si sale la prima parte dentro una stretta gola con tantissimi gradoni e scalinate per sbucare poi al pianoro dell’A.Pian m.1760 circa (fontana); si continua diritti e giunti all’A.Repian m.2140 circa prestare attenzione a non seguire il sentiero di dx (conduce a un’alpeggio) ma bensì continuare sempre diritto.
Si affronta un bel traverso che porta in cresta e con percorso panoramico si raggiunge il Bivacco Monte Crabun posto sotto la cima: ancora un breve tratto di sentiero e si tocca la bella vetta con splendido panorama sulle cime circostanti.

Discesa:
La prima parte dalla vetta fino alla fine della cresta presenta difficoltà estreme con pendenze importanti,gradoni e passaggi molto stretti dove un sapiente uso di Nose e spostamento della bici fa la differenza sulla ciclabilità (S5 in alto,poi S4 continuo).
Dal traversone fino al pianoro dell’A.Pian le difficoltà calano ma non di molto (in prevalenza S4 con alcuni tratti S3); da questo punto cominciano le scalinate e i gradoni praticamente continui fino a sotto, S3 con diversi tratti S4.
Giunti al torrentello e alla successiva breve risalita finalmente si può tirare un po’ il fiato e godersi la discesa (S2 con gradoni/scalinate di S3 molto impegnative) fino a Pra; si scende al sottostante paese di Pesse e in centro prendere a sx il sentiero col cartello “Pianta Monumentale” che permette di evitare un tratto di asfalto.Giunti sulla strada la si percorre per alcune decine di metri per poi abbandonarla nuovamente e riprendere la continuazione del bel sentiero lastricato e scalinato che porta al tornante sotto al parcheggio (S2 max). Una breve risalita ci riporta alla macchina.