Chiggiato Dino e Giovanni (Rifugio) dalla Val Vessena

sentiero tipo,n°,segnavia: larga mulattiera, sentiero n. 261
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Est
quota partenza (m): 1280
quota vetta/quota massima (m): 1920
dislivello salita totale (m): 700

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: lancillotto
ultima revisione: 12/09/16

località partenza: la Stua (Calalzo di Cadore , BL )

punti appoggio: rifugio Chiggiato

cartografia: Carta Tabacco 016 - Dolomiti Centro Cadore

accesso:
Da Calalzo di Cadore si seguono le indicazioni per Val d'Oten. Dopo circa 3 km, appena dopo il bar degli Alpini e la chiesetta Madonna di Caravaggio, si prende la strada a ds con indicazioni Val Vedessana. Si prosegue per circa km 3 su strada stretta e dissestata fino al parcheggio in località La Stua.

note tecniche:
La strada della Val Vedessana di solito è chiusa in inverno. In questo caso si parcheggia nei pressi del Bar degli Alpini. Il rifugio Chiggiato è aperto in inverno per escursioni con le ciaspe ( www.rifugiochiggiato.it ).

descrizione itinerario:
Dal parcheggio si sale per la vicina stradetta asfaltata per poco che diventa una forestale in dolce pendenza. Superati vari fienili (scorciatoie molto ripide), il sentiero continua sempre nel bosco incrociando vari bivii segnalati fino ad uscire su un ampia radura con una piccola baita. Ora con bei scorci sulle vicine Marmarole dominate dal bel Cimon della FRoppa si sale ancora 15' fino al dosso dove appare immenso l'Antelao e poco più sotto il rifugio posto in posizione estremamente panoramica tra le più belle montagne del Cadore.

altre annotazioni:
Il Rifugio Chiggiato, il cui nome è Rifugio Dino e Giovanni Chiggiato, fu costruito nel 1926 sul Monte Pianezze. Porta il nome dell’alpinista Giovanni Chiggiato, compagno di scalate dei fratelli Fanton.
Furono le donne di Calalzo a trasportare in quota, con le gerle, i materiali per edificare il rifugio.