Sardegnana (Corni di) dal buco

difficoltà: F :: :: :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1100
quota vetta (m): 2450
dislivello complessivo (m): 1350

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: la-Nata
ultima revisione: 02/09/16

località partenza: Carona (Carona , BG )

cartografia: Foppolo - Valle Seriana 1:50000 Kompass

bibliografia: Alpi Orobie over 2000 - vol.2 Orobie centrali

accesso:
Da Carona seguire il sentiero estivo o la sterrata (eventualmente, se si vuole diminuire il dislivello, prenotare la jeep al 328.0424902) per il Calvi fino alla deviazione (segnata) per il Vallone dei Frati.
Oltrepassare la diga e, per sentiero e per pietraie, portarsi al Passo d'Aviasco occidentale. Di lì, invece di scendere verso il Lago Colombo, seguire in costa l'iniziale traccia verso destra, quindi i frequenti ometti che si dirigono verso il Passo di Sardegnana e il Pizzo del Becco. Splendida zona di verrucano lombardo, roccia violacea (forse granitica).
Dal valico, i Corni di Sardegnana e la croce di vetta sono visibili. Avvicinarsi per placche, roccette e zone erbose. Arrivati sotto alla bella Pioda, i bolli rossi ci indicano una via di placca che conduce in vetta (passaggi di II-III, spit, sosta in vetta con anello di calata per doppia).

descrizione itinerario:
Invece di seguire i bolli rossi, la "normale" ai Corni di Sardegnana aggira sulla destra (Nord-Est) il bel torrione, dirigendosi verso due evidenti gendarmi e svalicando verso il Lago del Vallone. Di lì si scende per poter prendere il canalino erboso-pietroso che corre alle spalle della Piodata di prima.
Arrivati sul crinale, si continua a salire a sinistra con facili salti fino ad un buco passante che, dal versante nord, ci conduce su quello sud e, in breve e su ottima roccia, alla croce di vetta.
Discesa per pietraia fino al Lago del Vallone, quindi a incrociare il sentiero estivo del Calvi.